A- A+
Milano

Un anonimo benefattore ha deciso di aiutare una famiglia di Cremona che, a causa di difficoltà economiche, non poteva pagare la bolletta del gas. Il privato  ha pagato di tasca propria le bollette insolute del gas a una famiglia morosa - padre disoccupato, madre casalinga e due figlie, una di tredici anni e l’altra di sei mesi - alla quale l’azienda energetica aveva sospeso l’erogazione, lasciandola al freddo. Martedì pomeriggio, l’utenza domestica è stata riallacciata al teleriscaldamento.

 Si è conclusa così la vicenda della famiglia che abita in una casa Aler di via Solomos alla periferia del capoluogo, che un mese e mezzo fa era stato scollegata dal teleriscaldamento, causa morosità. A fare da tramite tra il benefattore privato e i responsabili dell’Aem di Cremona è stato l’assessore comunale ai Servizi sociali, Luigi Amore che, ricevuto l’assegno, lo ha subito girato all’Azienda.

Tags:
gasriscoladamentobolletta







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass obbligatorio e lockdown annunciati: il ritorno alla nuova normalità
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati
Green pass obbligatorio, nuovo mezzo di schedatura totalitaria dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.