A- A+
Milano
"Sono l'avvocato dei clan": ed estorce 300mila euro

Aveva fatto credere ad una famiglia facoltosa di essere in contatto con una fantomatica cosca calabrese. Ed aveva iniziato così ad estorcere denaro, ben 300mila euro dal 2002 al 2005. L'arresto della 50enne avvocatessa Barbara Rossi è giunto solo ora: i militari hanno eseguito l'ordine di carcerazione dopo la condanna in Cassazione a tre anni e otto mesi. La storia ha inizio nel 2002, quando la famiglia con molte proprietà sparse in Lombardia ha un problema con un inquilino moroso a Milano. Chiede allora aiuto al custode affinché lo allontani e questo dopo un po' finge di aver portato a termine la missione: in realtà l'inquilino ha abbandonato volontariamente l'appartamento. A questo punto interviene l'avvocato del custode, che comunica alla famiglia di aver fatto da intermediario con la cosca per cacciare il moroso. Da qui la richiesta di denaro.

Tags:
avvocatocoscaestorsione







A2A
A2A
i blog di affari
E' nata la figura del “Servo di Stato”. Con Draghi il popolo diventa cagnolino
di Maurizio De Caro
"Tutti in presenza". Nessun obbligo vaccinale per la scuola
Passa la linea Draghi: via libera all'agenzia cyber


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.