A- A+
Milano
Fontana e Bolognini visitano il Banco Alimentare

Fontana e Bolognini visitano il Banco Alimentare

"L'Associazione Banco Alimentare della Lombardia è un ente che svolge un compito di capitale importanza nel contrasto allo spreco e alla povertà alimentare. Regione Lombardia sarà sempre al suo fianco per riuscire ad aiutare quante più persone possibili. In questi mesi difficili è emersa con evidenza l'importanza di questa realtà con un incremento delle richieste di sostegno aumentate del 40%. Per questo ringraziamo il presidente Dario Boggio Marzet, il direttore Marco Magnelli e tutti i volontari impegnati in un prezioso ed efficace lavoro". Questo il commento del governatore della Regione Lombardia Attilio Fontana e dell'assessore regionale alle Politiche sociali, abitative e Disabilità Stefano Bolognini al termine della visita di oggi alla sede e al magazzino di Muggiò/MB dell'Associazione Banco Alimentare della Lombardia 'Danilo Fossati' onlus.

L'ASSESSORE: DA REGIONE 2,5 MILIONI CONTRO SPRECO ALIMENTARE - "E' giusto ringraziare - ha aggiunto l'assessore Bolognini - tutti coloro i quali danno quotidianamente il loro contributo a quest'opera fondamentale. Giova ricordare che Regione Lombardia sin dal 2006 si è impegnata nel contrasto allo spreco alimentare, dotandosi dei necessari strumenti normativi, costituendo la Consulta regionale per la promozione del diritto al cibo e attuando, negli ultimi anni, piani d'azione biennali". "Attualmente, per il biennio 2019-2020 - ha detto ancora Bolognini - sono stati stanziati da Regione Lombardia 2,5 milioni di euro (quasi 1 milione in più del precedente piano 2017-2018), che hanno finanziato 10 progetti ed enti, i più importanti dei quali sono, appunto, il Banco Alimentare della Lombardia e la Caritas Ambrosiana".

UN INTERLOCUTORE IMPORTANTE - "Per Regione Lombardia - ha proseguito l'assessore Bolognini - l'Associazione Banco Alimentare della Lombardia rappresenta uno tra gli interlocutori più importanti per il confronto sui temi del contrasto alla povertà alimentare attraverso il recupero e la distribuzione delle eccedenze, considerando soprattutto il fatto che Banco Alimentare, con il suo impegno straordinario, raggiunge e assiste più di 215.000 persone, tra le quali circa un quarto sono bambini di età compresa tra 0 e 15 anni. Per questo è un dovere per noi supportare attivamente chi svolge questo servizio fondamentale".

PASSI AVANTI - Dal 2017 al 2020 sono stati assegnati contributi da Regione al Banco Alimentare della Lombardia pari a circa 1,5 milioni di euro, 800.000 nel biennio 2019-2020. Gli obiettivi sono molteplici: dal consolidamento dell'attività di raccolta e distribuzione di cibo per persone bisognose allo sviluppo di azioni di rete attivate negli anni dal Banco Alimentare in tutta la regione. Risultano essere infatti 1.167 le strutture caritative con un rapporto formale con l'Associazione e 2.945 i donatori stimati in tutta la Lombardia, comprendenti Grande Distribuzione, ristorazione organizzata, collette alimentari e altro, per un totale di 14.400 tonnellate di prodotti alimentari recuperati. Oltre a queste attività, il Banco Alimentare si occupa di comunicare e sensibilizzare i cittadini su tematiche come la cultura dell'alimentazione e la corretta gestione dei cibi.

UN SUPPORTO DURANTE LA PANDEMIA - "Voglio rivolgere un plauso particolare all'Associazione - ha aggiunto Bolognini - per il prezioso lavoro svolto durante il periodo più duro della pandemia. A regime necessariamente ridotto e nonostante molte difficoltà dovute alle misure di contenimento, Banco Alimentare e i suoi volontari hanno continuato ad operare a fronte di un inevitabile aumento di richieste". "Non smetteremo mai di ringraziare quelle persone, molte fra loro di giovane età - ha chiosato Bolognini - che si sono rese disponibili per opere di volontariato durante una delle emergenze più pesanti degli ultimi decenni. Non sono certo stupito da una tale generosità e attenzione verso il prossimo: nella nostra regione, anche in tempi 'normali' un lombardo su sette è impegnato ad aiutare gli altri ed è anche da aspetti come questi, a volte poco evidenziati e mai troppo sottolineati, che dobbiamo ripartire per uscire da questa crisi".

BOGGIO MARZET: CON REGIONE MODELLO VIRTUOSO - "Ringraziamo il presidente Attilio Fontana per la sua visita, importante riconoscimento di stima e testimonianza di una partnership consolidata" ha dichiarato Dario Boggio Marzet, presidente di Banco Alimentare della Lombardia. "La collaborazione con la Regione - ha proseguito Boggio Marzet - rappresenta un modello virtuoso di sussidiarietà e di come il lavoro insieme delle istituzioni e il 'terzo settore' sia una componente indispensabile per la ripartenza della nostra regione e dell'Italia"

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    banco alimentare






    A2A
    A2A
    i blog di affari
    Meglio praticare sport o fare una dieta?
    Anna Capuano
    A Kabul di scena il male dei talebani
    L'OPINIONE di Ernesto Vergani
    Green Pass, ottenere uno Stato totalitario instaurando un regime terapeutico
    L'OPINIONE di Diego Fusaro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.