A- A+
Milano
Forza Italia all'attacco: "Mentre Sea licenzia, parlano di lati B"

di Fabio Massa

Fabrizio De Pasquale, capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale, in un'intervista ad Affaritaliani.it decide di attaccare lancia in resta: "Mentre partivano 2200 lettere di licenziamento il consiglio comunale, imbeccato dalla giunta, parlava di pubblicità con un lato B. Assurdo. La vicenda Sea? Se ne esce differenziando le tasse di atterraggio e decollo tra Linate e Malpensa. Salvini sindaco? Preferisco le primarie". L'INTERVISTA DI AFFARITALIANI.IT

Capogruppo De Pasquale, sulla vicenda della pubblicità sessista che cosa ne pensa?
Ho trovato davvero assurdo che mentre c'erano 2200 procedure di licenziamento in partenza il consiglio comunale su input della giunta si è dovuto occupare di un lato B su un manifesto.

Anche quella però è una tematica importante.
Non lo metto in dubbio. Ma questo dà l'idea delle priorità di questa giunta. Che ha priorità forti sui diritti civili, ma capisce poco dei bisogni dei milanesi. Secondo me i sindaci socialisti dei primi del Novecento, a pensare che rischiano il licenziamento 2200 persone e noi parliamo di sederi, si rivoltano nella tomba.

Andiamo sulla praticità: come si risolve il problema Sea?
La Sea deve prendere l'iniziativa per far avere più traffico a Malpensa. Deve dimenticarsi l'Alitalia e cercare di portare a casa voli intercontinentali, sfruttando l'Expo. Deve risolvere il dualismo Linate-Malpensa con il mercato. Deve alzare le tasse di atterraggio e decollo a Linate. Dobbiamo fare in modo che le compagnie portino i clienti migliori a Linate. Usando una differenziazione, si fa una selezione tra quello che deve andare a Linate e quello che deve andare a Malpensa. Naturalmente il governo sta andando in direzione opposta, facendo quindi il gioco di Alitalia ed Etihad per cercare di favorire questa alleanza.

Cambiamo argomento: che cosa ne pensa dei litigi in maggioranza?
Il Pd ha preso un abbaglio. Hanno confuso il voto delle Europee, che era un voto per Renzi, con un voto per questa giunta che invece ha molto consenso in meno.

Anche Forza Italia non sembra essere in buona salute.
Questo è vero. Però dico che apprezzo molto che la Gelmini abbia chiaro che il nostro primo problema sono le idee e i programmi per ricatturare l'elettorato di opinione che abbiamo perso.

Con la Lega c'è intesa?
Stando all'opposizione a Milano abbiamo cementato una buona intesa e ci rispettiamo con le nostre rispettive identità.

Se dovessi dire Salvini sindaco?
Io preferirei fare delle primarie. Non ho nulla contro Salvini, ma dobbiamo avere un candidato capace di farci vincere.

Salvini non vi fa vincere?
Ho paura che ci faccia perdere qualcosa sull'elettorato più moderato.

@FabioAMassa

Tags:
forza italia







A2A
A2A
i blog di affari
Caso MPS, ragionevoli le condizioni poste da Unicredit per l’acquisizione
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Vaccini, a settembre in arrivo la terza dose: strumento della nuova normalità
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Due ori italiani a Tokyo 2020, ma “ex aequo” Tamberi (un po’) stonato
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.