A- A+
Milano
Forza Italia ed Ncd, prove di alleanza. Squeri: "Non possiamo che riunirci"

di Fabio Massa

Luca Squeri, il coordinatore provinciale di Forza Italia, intervistato da Affaritaliani.it, è ottimista su un possibile accordo Ncd-Fi: "Se il loro nome, Nuovo Centrodestra, rimane questo, non possono che tornare con noi. Stante il fatto che è Forza Italia il partito di riferimento. Le Europee e le amministrative hanno mostrato le nostre difficoltà, ma su questo dobbiamo essere chiari". Poi, sui ballottaggi: "Ci sono delle partite nelle quali siamo in vantaggio, come Paderno Dugnano e Pioltello. Le altre sono obiettivamente difficili..." L'INTERVISTA DI AFFARITALIANI.IT

Onorevole Squeri, come giudica il risultato delle Europee?
Sia le amministrative che le Europee hanno un comune denominatore. Siamo in difficoltà, questo è certo. Una difficoltà più che altro dettata da elementi esogeni. Il fatto che Berlusconi sia stato sotto attacco in tutto questo tempo, e abbia fatto una campagna vincolata, non ci ha aiutato. Nonostante ciò nel centrodestra siamo il partito di riferimento. Su questo dobbiamo rilanciare l'azione politica. Vorrei anche dire che per quello che riguarda il collegio nord-ovest Toti ha avuto un risultato eccellente. E senza peccare di non oggettività, io arrivo a dire che i 150mila voti di Toti pesano come il grande successo che ha avuto Fitto al sud.

Facciamo un focus sulle amministrative.
Nonostante l'effetto Renzi, un vero tsunami, noi abbiamo tenuto nelle amministtrative. Abbiamo confermato che comuni sotto i 15mila abitanti, dieci amministrazioni che governavamo e altre quattro che non governavamo. Ne abbiamo perse altre, ma rispetto allo tsunami abbiamo tenuto.

Quali sono i comuni contendibili?
Sicuramente Paderno Dugnano. Dobbiamo confermare lo sforzo al ballottaggio. A Pioltello siamo in vantagio e cercheremo di vincere. Le altre sono partite obiettivamente difficili.

Secondo lei si arriverà a un'alleanza stabile con il Nuovo Centrodestra? Oppure quelli che avete in atto sono accordi funzionali alle urne?
Per il nome che si è dato Ncd, Nuovo Centrodestra, non può che essere alleato con noi. Detto questo è chiaro che il dibattito c'è, e anche animato. Ma tolti i toni piccati o i veleni per una divisione che non è stata indolore, io reputo che l'alleanza del centrodestra sia ineluttabile. Sia al livello locale che al livello politico non può che essere riconfermata. A meno che Ncd non voglia cambiare nome.

E la Lega?
Ha fatto un'ottima campagna elettorale. Salvini ha dato prova di essere un buon rappresentante del popolo leghista. E' un alleato storico e strutturale. Ben venga che sia in salute perché aumentano le possibilità di rilanciarsi tutti. A sinistra sono galvanizzati da Renzi, ma pagherà il divario che c'è tra il dire e il fare.

Lei è per i congressi o le primarie?
Io sono tra quelli che pensano che le primarie per le eleggere gli organigrammi del partito normalmente si chiamano congressi. Poi bisogna decifrare i regolamenti. Litigare su questo penso che sia sbagliato. Penso che Fitto sbagli quando ne fa un punto fermo della sua tesi all'interno del partito. Se è vero come è vero che Berlusconi è il nostro leader, una volta che lo si riconosce lo si deve seguire. Ben vengano volti nuovi, come quello di Alessandro Cattaneo. Aggiungo però che i meriti vanno dimostrati, essere giovani non è necessariamente un merito. Ben vengano i nuovi innesti senza però mettere in un angolo chi ha esperienza.

@FabioAMassa

Tags:
forza italia






A2A
A2A
i blog di affari
Bipolarismo, ecco quando necessario usare il TSO
di Francesca Albi*
Olio extravergine d’oliva: benefici e caratteristiche
Anna Capuano
Décolleté con tacco alto o con zeppa: quale funzionerà per gli outfit di tutti
Anna Capuano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.