A- A+
Milano

Occorre una "rilettura e rivisitazione" di tutti gli indizi a carico di Alberto Stasi. E' quanto scrivono i giudici della prima sezione penale della Cassazione, presieduti da Paolo Bardovagni, nelle motivazioni della sentenza con la quale, ad aprile, e' stata annullata l'assoluzione di Stasi per l'omicidio di Chiara Poggi, la 26enne uccisa il 13 agosto 2007 nella villetta di Garlasco, in provincia di Pavia, mentre i familiari erano in vacanza. I supremi giudici hanno ordinato un nuovo processo d'appello, che dovra' seguire un "corretto e compiuto percorso metodologico, criteri di valutazione della prova indiziaria, svolgendo una nuova verifica delle richieste istruttorie e assumendo eventuali prove ritenute rilevanti per la decisione". Il capello trovato nel corso dell'autopsia nella mano sinistra di Chiara Poggi, uccisa a Garlasco 13 agosto 2007, andava sottoposto ad accertamenti genetici approfonditi. Lo sottolineano i giudici della prima sezione penale della Cassazione nelle motivazioni della sentenza con la quale e' stata annullata l'assoluzione di Alberto Stasi. Per i supremi giudici il fatto che non e' stato ritenuto necessario procedere agli accertamenti genetici sul capello conferma "la non correttezza dell'approccio metodologico alla prova indiziaria". I giudici hanno "illogicamente ritenuto di prescindere dal completamento di una verifica tecnica gia' svolta" privando questo elemento "di ogni rilevanza potenzialmente dimostrativa nel contesto giustificativo della decisione".

Tags:
garlascostasi







A2A
A2A
i blog di affari
De Donno, eroe della medicina democratica che non piaceva ai potenti D. FUSARO
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Salento: pastella, cozze aperte all’ampa... Chi l'ha detto che si mangia male?
di Francesca Micoccio
Green pass obbligatorio e lockdown annunciati: il ritorno alla nuova normalità
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.