A- A+
Milano
Gay, il prefetto chiede i documenti a Pisapia. Renzi: "Ora una legge"

Il prefetto di Milano, Francesco Paolo Tronca, ha richiesto nel pomeriggio al Comune di Milano la documentazione relativa alla trascrizione dei sette matrimoni omosessuali operata nella giornata di ieri dal sindaco, Giuliano Pisapia. I prefetti italiani erano stati allertati nei giorni scorsi da una circolare del ministro dell'Interno, Angelino Alfano, che invitava i rappresentanti territoriali del Governo ad annullare le registrazioni. In giornata era pervenuta una segnalazione contro le trascrizioni in prefettura, con l'auspicio di intervento per riportare "l'operato dell'Amministrazione entro i confini della legge", anche da Fratelli d'Italia.

"Faremo una legge, non e' una battuta e 'la verita'": cosi' il premier Matteo Renzi, a conclusione della cerimonia per il nuovo stabilimento Philip Morris nel bolognese, ha riposto a chi gli chiedeva cosa avrebbe fatto il governo in merito al conflitto che si e' creato tra prefetture e sindaci dopo la circolare emanata dal ministro dell'Interno Angelino Alfano in cui si dice che verranno annullate le trascrizioni dei matrimoni gay contratti all'estero, e comunque trascritti dalla anagrafi di alcune citta', come Bologna e Milano.

Tags:
gay







A2A
A2A
i blog di affari
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati
Green pass obbligatorio, nuovo mezzo di schedatura totalitaria dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.