A- A+
Milano
Giornate Fai: 130 gioielli lombardi visitabili nel weekend
Castello visconteo di Abbiategrasso

In Lombardia saranno 130 i luoghi aperti dal Fondo ambiente italiano in occasione della 23edizione delle 'Giornate Fai di primavera', di sabato 21 e domenica 22 marzo. Chiese, ville, borghi, palazzi, aree archeologiche, castelli e altro ancora verranno aperti e spiegati al pubblico con visite a contributo libero. In tutta Italia i luoghi aperti saranno 780 in 340 localita', mentre in Lombardia 130 luoghi in 45 localita'. A Milano saranno aperti, tra gli altri, la sede Rai di corso Sempione, la caserma centrale dei vigili del fuoco e Palazzo Pirelli. A Cremona i matronei e il coro della cattedrale di Santa Maria Assunta, a Mantova la Sala degli addottoramenti presso il Palazzo degli Studi, a Brescia il Castello e a Bergamo la chiesa di Santa Grata in Columnellis. Saranno visitabili anche altri siti: a Desenzano del Garda (BS) il duomo di Santa Maria Maddalena e la villa Romana con l'antiquarium, a Crema (CR) il teatro San Domenico, a Lodi l'area archeologica e ad Abbiategrasso (Mi) i sotterranei del Castello Visconteo. L'elenco completo dei luoghi visitabili e' comunque consultabile sul sito della fondazione. Quest'anno, inoltre, le 'Giornate Fai di primavera' chiudono la settimana di raccolta fondi dedicata alla difesa dei beni culturali e ribattezzata 'Ricordiamoci di salvare l'Italia'

Tags:
giornate faifondo ambiente italiano







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, il futuro del nuovo biocapitalismo della sorveglianza
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Obbligo Green pass decisione liberale
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Il Green pass crea una categoria di cittadini di seconda classe
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.