A- A+
Milano

di Roberto Biscardini,
Presidente della Commissione Urbanistica

In attesa del nuovo piano parcheggi annunciato dall’assessore De Cesaris, il mio parere è che si debba fare comunque tutto ciò che si può per attuare il piano vigente. Non c’è nessuna ragione per revocare o procrastinare la realizzazione di alcuni progetti già previsti dalle precedenti amministrazioni.
Milano ha comunque bisogno, per migliorare il traffico, di ridurre il numero delle auto parcheggiate a raso e in modo disordinato lungo le nostre strade. La crisi economica impone inoltre di favorire qualunque opera pubblica soprattutto se, come in questo caso, viene realizzata dai privati o con le risorse delle famiglie. Infine, non concordo nel modo più assoluto con l’idea che per non disturbare Expo si debba rinviare l’attuazione di opere pubbliche anche su aree che con Expo non c’entrano nulla. Così facendo Expo sarebbe un danno per il settore dell’edilizia e non un aiuto.
 

Tags:
parcheggi







A2A
A2A
i blog di affari
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli
Alkemia sigla contratto triennale con l’India per materie prime
Covid, lockdown in autunno: la colpa sarà dei non benedetti dal siero
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.