A- A+
Milano

I petrolieri tremano. Il ministro Flavio Zanonato li ha convocati. E come ogni estate, anzi peggio, le famiglie in partenza per le, sempre più brevi, vacanze, piangono. Ma il ministro ha convocato i petrolieri, e c’è da giurare che, a partire dalle sette sorelle per arrivare alla tricolore Eni, faranno autocritica e regaleranno un “pieno” alle famiglie numerose. Come al solito non cambierà niente.

Anche perché, oltre all’astuzia dei petrolieri, da sempre, la benzina è gravata da una montagna di tasse che portano nelle casse dell’erario una montagna di soldi. Ma il governo Letta, coi partiti che lo sostengono, non aveva dichiarato guerra ai costi della politica e della spesa pubblica? Risultato: le province sono al loro posto; i museali che tengono in ostaggio il Colosseo, chiedono nuove assunzioni; la Rai recluta nuove leve. Auguri Italia!

Tags:
lettapetrolieri







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, non l’avete capito? Non serve a controllare il virus, ma voi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Oggetto sociale srl: più è ampio, meno paghi
Gianluca Massini Rosati
L’intelligence come tutela della democrazia del Paese
Daniele Salvaggio, Imprese di Talento


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.