A- A+
Milano

“Eataly è un piccolo simbolo di questa Italia che, se risorge, fa bene a tutti”, spiega Oscar Farinetti nel giorno della inaugurazione del suo Eataly allo Smeraldo di Milano. “352 giovani hanno iniziato a lavorare da noi, sono bravissimi, bravi giovani e meno giovani, che hanno l’opportunità di imparare un mestiere. Fanno i panettieri, i salumai, gli sfoglini, i macellai, i camerieri, i cuochi i magazzinieri. Tutti lavori importanti, abbiamo anche un reparto di libri a cui teniamo molto”. Poi Farinetti risponde alle domane dei giornalisti: “Il target di Eataly è sempre di tutti, guardate che gli italiani spendono meno del 20% per il cibo, possiamo spendere qualcosina di più o spendere uguale comprando cibi un po’ più importanti ma mangiandone di meno. L’importante è sapere cosa metti nel tuo corpo, Eataly lavora per questo”. Su Milano e l’Italia: &ldquo! ;Questa è una delle città più vive d’Italia, la città può essere un simbolo di lavoro e operosità per tutta Italia. E’ l’Italia che ha bisogno di risorgere. È un po’ come la maionese impazzita, tu puoi girare e girare ma non riparte più, bisogna cambiare gli ingredienti. Eataly non è certo tutto questo ma è un piccolo segnale”.

“Con Eataly Smeraldo, Milano conferma una volta di più la forza di una città che non si arrende alla crisi, ma che rilancia dimostrandone la sua attrattività. Milano attira investimenti, crea lavoro, rilancia il meglio di se stessa. Eataly Smeraldo è uno dei tanti tasselli di un mosaico con cui la nostra città, e con lei tutto il Paese, torna a valorizzare i propri punti di eccellenza: l’alimentazione, il made in Italy, lo stile italiano. Milano è, infatti, il luogo dove questo patrimonio di gusto e di stile trova gli strumenti per essere rilanciato nel mondo, con un sistema imprenditoriale connesso con le istituzioni e con la creatività della città. Lo ha detto il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia intervenendo all’inaugurazione di Eataly Smeraldo. “Eataly Smeraldo – ha proseguito il Sindaco – è la dimostrazione di come tutta Milano si stia preparando con! cretamente ad Expo. Privato e pubblico, ciascuno nel proprio ruolo, vanno nella stessa direzione. Quella di una città che cresce, nelle infrastrutture, nell’urbanistica, negli investimenti”. “Questa inaugurazione – ha concluso Giuliano Pisapia - è un segnale positivo, un invito rivolto a tutti a scommettere sulle energie di questa città che sta davvero ricostruendo sviluppo e lavoro, con tutte le sue eccellenze che l’Amministrazione cerca di far convergere verso un progetto comune”.

Tags:
eataly







A2A
A2A
i blog di affari
Due ori italiani a Tokyo 2020, ma “ex aequo” Tamberi (un po’) stonato
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Cassazione, trasferimenti immobiliari e crisi coniugali: la sentenza
Green pass, serve a poco se col vaccino posso comunque contagiare
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.