A- A+
Milano

Situazione difficile in Sea dopo la bocciatura dell’accordo sindacale relativo alla nuova azienda Airport Handling e in vista dello sciopero proclamato dagli autonomi per il 22 di giugno. Infatti, le procedure per la liquidazione di Sea Handling già avviate, prevedono il licenziamento dei 2200 dipendenti, contemporaneamente verranno attivate le assunzioni nelle nuova società. Verrà applicato però il solo contratto nazionale di categoria. Nessuno dei soci della Sea sembra in grado di riaprire in questo momento la trattativa. Anche perché le condizioni strappate dai sindacati confederali, per liquidare Sea Handling, sotto infrazione della Commissione europea per 452 milioni, con un bilancio in rosso di 11 milioni nel 2013, erano le uniche in grado di garantire - senza licenziamenti, né decurtazione del salario, ma con una migliore produttività – la nascita di una nuova società di handling. Da nota re che, in questa situazione, i possibili investitori privati staranno a guardare come andranno i primi anni di attività di Airport Handling. E non sarà il socio F2i, che aveva subito l’accordo sindacale, a favorire una nuova negoziazione. In questo momento nessuno può fare regali nemmeno la proprietà rappresentata dal comune di Milano. Quando nascerà Airport Handling potrà partire una nuova trattativa sindacale ma il rischio è che sia al ribasso, rispetto all’accordo bocciato.

Tags:
sea handling







A2A
A2A
i blog di affari
Oggetto sociale srl: più è ampio, meno paghi
Gianluca Massini Rosati
L’intelligence come tutela della democrazia del Paese
Daniele Salvaggio, Imprese di Talento
Solidarietà ai bielorussi contro Lukashenko, ultimo dittatore d’Europa
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.