A- A+
Milano
operai terni

Milano città delle start up. Emerge dalla lettura effettuata da InfoCamere dei dati della sezione speciale del Registro delle imprese gestito dalle Camere di commercio dedicata alle start-up innovative a sei mesi dalla sua creazione. Il capoluogo lombardo infatti si rivela la provincia più attiva con 129 "start up" registrate, segue Roma con 101 poi Torino e Trento rispettivamente con 86 e 48 unità. Novantadue province su 105 vedono la presenza di almeno una startup sul loro territorio.

Complessivamente, secondo i dati Infocamere, continuano a crescere le start up italiane: al 9 settembre scorso sono 1.114 le società - costituende o già costituite da non oltre 48 mesi - aventi come obiettivo sociale esclusivo o prevalente "lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico".

Oltre la metà delle imprese innovative italiane (ben 652) sono concentrate soltanto in cinque regioni, tutte del Centro-Nord: Lombardia, Piemonte, Lazio, Veneto ed Emilia-Romagna. Alla Lombardia va il primato del maggior numero di startup registrate: con le sue 211 iscrizioni precede l'Emilia-Romagna (120) e il Veneto (109). Tra le regioni meridionali è la Campania, con le sue 46 unità registrate, quella con l'insieme più numeroso, seguita da Sardegna (32) e Puglia (30).

"Il nostro paese - ha sottolineato il presidente di Unioncamere, Ferruccio Dardanello - anche in un momento di crisi come quella attuale, si conferma terra di imprenditori. Rincuora il fatto che la propensione a innovare è connaturata allo spirito di chi fa impresa in Italia. L'innovazione, infatti, è la strada da seguire per essere competitivi sui mercati mondiali". La lettura dei dati per settore di attività economica mostra come quello più vivace in questi sei mesi sia stato quello legato alla produzione di software e la consulenza informatica, dove si contano 345 imprese pari al 31% del totale di aziende "innovative", subito seguito da quello della Ricerca e sviluppo (209 unità, 18,8%).
 

Tags:
milanostart up







A2A
A2A
i blog di affari
Luoghi dell’anima: le “piccole case” di Bruno Messina
di Mariangela Turchiarulo
FSBA: ANNULLATE LE SENTENZE DEL TAR DEL LAZIO
Green pass, non l’avete capito? Non serve a controllare il virus, ma voi
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.