A- A+
Milano
Islam, Renzi blocca la legge regionale sui luoghi di culto. L'ira di Maroni

"Renzi ormai impugna ogni legge di Regione Lombardia, che si tratti di moschee, di sanità o di nutrie. E' solo ritorsione ma non ci intimidisce". Cosi', su Twitter, il governatore lombardo, Roberto Maroni, ha commentato la decisione del governo di impugnare la legge regionale sui nuovi luoghi di culto, annunciata dal Pd regionale. Così il segretario lombardo dei democratici Alessandro Alfieri: "Legiferare in modo ideologico e populista non puo' che portare a questi risultati. L'impugnativa era piu' che prevedibile ma alla Lega interessa piu' fare propaganda con le bandiere e i referendum piuttosto che concentrarsi su problemi reali quali sanita', casa, trasporto pubblico e rilancio dell'economia. Maroni cambi rotta".

La legge, che stabilisce paletti per l'autorizzazione di nuovi luoghi di culto, era stata criticata dal sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, che l'aveva definita una "brutta legge ideologica, non a favore del dialogo e della trasparenza" e aveva evocato l'ipotesi di un ricorso alla Consulta. Il provvedimento, inoltre, aveva sollevato perplessita' anche tra alcuni esponenti della Curia ambrosiana. Approvato a fine gennaio dal Consiglio regionale lombardo con i voti della sola maggioranza di centrodestra - Lega-FI-Fdi e Lista pensionati - la legge ha introdotto una serie di regole urbanistiche, dettagliate e piu' onerose, per limitare l'autorizzazione alla costruzione di nuovi luoghi di culto. Le misure erano state criticate delle opposizioni - Pd, M5s e Patto civico con Ambrosoli - che avevano votato contro sostenendo che l'incostituzionalita' della legge rispetto al diritto alla liberta' di culto.

Tra le altre cose, per esempio, la legge impone per i nuovi edifici il rispetto del "paesaggio lombardo". Le nuove norme valgono sia per le confessioni religiose che hanno firmato intese con lo Stato sia per quelle che non l'hanno fatto, come l'Islam. In entrambi i casi devono essere stipulate convenzioni urbanistiche con i Comuni interessati, ma nel secondo, quello che riguarda i musulmani, le richieste di autorizzazione devono essere sottoposte a un ulteriore controllo da parte di una Consulta regionale. I Comuni devono approvare in 18 mesi un piano per le strutture religiose e avranno facolta' di indire un referendum consultivo sui progetti.
In ogni caso, per aprire nuovi edifici di culto in Lombardia in base alla nuova legge occorre effettuare una procedura di 'valutazione ambientale strategica'; garantire che sorgano in aree collegate a dovere e a una "distanza minima" da altri; che abbiano una superficie di parcheggi pari ad almeno il doppio di quella dell'edificio; che siano dotati di impianti di video-sorveglianza collegati con le forze dell'ordine.

Tags:
islamluoghi cultoregione lombardiamatteo renziroberto maronialessandro alfierigiuliano pisapia






A2A
A2A
i blog di affari
Bipolarismo, ecco quando necessario usare il TSO
di Francesca Albi*
Olio extravergine d’oliva: benefici e caratteristiche
Anna Capuano
Décolleté con tacco alto o con zeppa: quale funzionerà per gli outfit di tutti
Anna Capuano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.