A- A+
Milano

Restano ricoverati in condizioni gravissime i due feriti massacrati dalle picconate di Adam Kabobo in zona Niguarda. Il pensionato di 64 anni, Ermanno Masini, colpito alle spalle da un paio di colpi violentissimi che lo hanno lasciato a terra in condizioni disperate, è in coma. Il giovane Daniele Carella, 20 anni, il ragazzo dei giornali, è stato sottoposto a un intervento chirurgico durato diverse ore. Lui è stato colpito mentre faceva il giro delle consegne come tutti i giorni. Kabobo gli ha letteralmente sfondato il cranio con il suo piccone.

Sul fronte  indagini, intanto i carabinieri hanno stabilito che le prime due aggressioni, sono state compiute con una spranga di ferro e non con un piccone. Per questo le ferite riportate dai primi due aggrediti erano piuttosto lievi. Sia la spranga, sia il piccone usato nelle altre tre aggressioni, sono nelle mani degli investigatori. La prima era stata divelta dalla recinzione di un giardinetto non distante dai luoghi dei ferimenti, il secondo era stato rubato da un cantiere edile in via Ornato.

Momenti di tensione si sono registrati in piazza Belloveso, a Milano, il luogo dove Adam Kabobo ha ucciso Alessandro Carolè a picconate e ha ferito altri quattro passanti nel quartiere. Esponenti della Lega sono infatti stati contestati da un gruppo di cittadini. In piazza c'erano alcuni esponenti del Carroccio, tra cui l'europarlamentare Mario Borghezio, per una raccolta di firme contro l'ipotesi di facilitare la cittadinanza agli immigrati. Una decina di persone hanno inveito contro di loro, ma l'intervento della polizia ha riportato la calma. Sul posto, però, sono rimasti diversi capannelli di persone, che discutono animatamente. Su uno striscione i militanti padani avevano scritto "La cittadinanza agli immigrati porta all'invasione del Paese". Tra i presenti anche Davide Boni, ex presidente del Consiglio regionale e alcuni consiglieri comunali e provinciali.

Infine a Palazzo Marino, c'è stato un momento di raccoglimento "come segno di vicinanza alla vittima, alla sua famiglia e a tutti coloro che sono stati gravemente colpiti da questa tragedia" come aveva spiegato la vicesindaco Ada Lucia De Cesaris. E un minuto di silenzo viene rispettato all'inizio di tutte le iniziative della domenica senza auto.

Tags:
lega nordmilanopicconeimmigrato







A2A
A2A
i blog di affari
E' nata la figura del “Servo di Stato”. Con Draghi il popolo diventa cagnolino
di Maurizio De Caro
"Tutti in presenza". Nessun obbligo vaccinale per la scuola
Passa la linea Draghi: via libera all'agenzia cyber


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.