A- A+
Milano
L’inutile battaglia dei sondaggi: Sala-Albertini si gioca sui nervi. Commento
Gabriele Albertini e Giuseppe Sala

ASCOLTA LA RUBRICA "PINOCCHIO" OGNI GIORNO SU RADIO LOMBARDIA (100.3), IN ONDA ALLE 19.10 DURANTE IL PROGRAMMA DI APPROFONDIMENTO "PANE AL PANE" E IN REPLICA IL GIORNO DOPO ALLE 6.45

Se c'è qualcosa che ogni volta mi strania è l'attenzione spasmodica per i sondaggi sui candidati. Intendiamoci: sono cresciuto nell'epoca di Berlusconi e Prodi, quindi so bene che i sondaggi sono fondamentali per prendere decisioni. Il problema è che so benissimo che i sondaggi sono anche usati per fare altro. A volte, per fotografare la realtà. Altre volte, perché siano profezie che si autoavverano. Pensiamoci un attimo. Sono usciti a Milano una serie di sondaggi, ultimamente. Alcuni su Gabriele Albertini, che dicono chiaro e tondo che è in corsa. Chi li ha commissionati? Quelli che pensano che Albertini possa essere una buona scelta. Un altro sondaggio è di ieri, ed è stato commissionato da persone vicine a Beppe Sala. Risultato? Beppe Sala largamente vincente. Attenzione: non si sta dicendo che i sondaggi sono taroccati. Assolutamente. Peraltro, rispetto ad altri del passato hanno anche basi statistiche buone. Ma mi viene da ridere il modo in cui vengono usati. Non per fotografare la realtà ma per tranquillizzare questa o quella parte di opinione pubblica, che prevedibilmente una opinione ce l'ha già. Anche perché, tirandosi un poco più fuori dalle contese politiche odierne, si capisce lontano un miglio che l'interesse sulle prossime Comunali è ai minimi storici. Che di mezzo c'è l'estate, che già di per se fa scordare più o meno tutto. Soprattutto questa estate, che potrebbe essere la prima senza l'incubo pressante del Covid. E poi, appunto, c'è il Covid. Non è ancora finito, c'è una campagna vaccinale in corso. Di queste cose la gente vuol sentir parlare, e in base a come sarà la situazione a settembre orienterà la propria scelta politica. A questo mettiamoci che mediamente i sondaggi hanno 5 punti di margine di errore e nella disfida Sala-Albertini questo divario è inferiore. Quindi? Quindi la verità è che non si sa nulla, se non vaghe indicazioni. Rassicurazioni. Atti di convincimento. Più che sondaggi, sono preghiere, insomma.

Commenti
    Tags:
    milano 2021sondaggiogabriele albertinigiuseppe salaelezioni milano
    Loading...









    A2A
    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    In futuro ci cureranno robot DNA progettati in pochi minuti
    di Maurizio Garbati
    L'incontenibile ascesa di Paola Donnini
    In coda per le scarpe Lidl? Tutti schiavi dell'apartheid globale capitalista
    L'OPINIONE di Diego Fusaro


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.