A- A+
Milano
La casa di don Verzè? Abusiva e da abbattere. Braccio di ferro Comune-Sigille

Le Sigille di don Verzè a rischio sfratto: è braccio di ferro tra il Comune di Milano e l'associazione delle adepte di quella che fu la confraternita sorta attorno al fondatore dell'ospedale San Raffaele. Al centro, l'edificio adiacente alla struttura ospedaliera, realizzato per volontà del sacerdote negli anni Settanta trasformando in residenziali alcuni terreni agricoli, e che per decenni ha ospitato don Luigi Maria e la sua più stretta cerchia, costituita da uomini e donne con ruoli all'interno della Fondazione Monte Tabor, che ha controllato l'ospedale sino alle note vicende giudiziarie. Nel 1986 don Verzè aveva fatto richiesta di poter beneficiare di un condono edilizio per regolarizzare l'uso residenziale-ospedaliero dell'edificio. Che nel 2007 venne integrato con una residenza per studenti fuori sede. L'associazione delle Sigille ritiene che tutto sia avvenuto seguendo regole e norme, ma il Comune ha fatto avviare lo scorso dicembre controlli, sulla base del fatto che i lavori alla Cascina sarebbero stati finiti dopo l'ottobre del 1983, termine massimo per poter beneficiare del condono del 1986. Per il Comune, insomma, la struttura sarebbe abusiva e da abbattere. Ma le Sigille, come riporta il Corriere, si sono rivolte al Tar. Che si dovrà esprimere a metà maggio.

Tags:
don luigi verzèassociazione della sigillesan raffaele







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, il futuro del nuovo biocapitalismo della sorveglianza
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Obbligo Green pass decisione liberale
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Ascolti tv, ciclone Cavallaro al Tg4; bene Uno Mattina Estate e Siria Magri...
Di Klaus Davi


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.