A- A+
Milano
La Corte dei Conti al M5s lombardo: giustificate lo scontrino dell'acqua

di Fabio Massa

La Corte dei Conti mette nel mirino (se così si può dire, vista l'esiguità dell'accertamento) il Movimento 5 Stelle in Regione Lombardia. Secondo quanto può riferire Affaritaliani.it i magistrati contabili avrebbero infatti chiesto al gruppo al Pirellone lumi su una spesa totale di 800 euro circa.
"Entro l'11 aprile - conferma la consigliera regionale Silvana Carcano ad Affaritaliani.it - dovremo giustificare due spese in particolare. La prima è la fornitura di acqua per le riunioni, che abbiamo scelto essere, invece che con le bottigliette, con boccioni d'acqua forniti di bicchieri biodegradabili. Il costo per un anno? 600 euro circa. Il secondo giustificativo che dobbiamo fornire riguarda invece il biglietto aereo di un relatore a un convegno, un professore, che però si aggira sui 200 euro". Insomma, nessuno scandalo. Anche se al Pirellone le ironie - scarsamente giustificabili, peraltro - sono già cominciate: chi di scontrino ferisce, di scontrino perisce.

@FabioAMassa

Tags:
corte contim5s







A2A
A2A
i blog di affari
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo
Green Pass, prove generali della società del controllo biopolitico totalitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.