A- A+
Milano
Lega Lombarda e Lega Milano, al via la gara per i vertici. Inside

di Fabio Massa

Sempre Milano, nel futuro della Lega Nord. Pare che sotto la Madonnina i riflettori saranno accesissimi, appena sarà finita la partita del Veneto. E proprio il Veneto potrà influenzare il corso degli eventi e del futuro del Carroccio. Fantapolitica? Probabile ma non troppo. E comunque - secondo quanto può riferire Affaritaliani.it - con paletti ben precisi. Se in Veneto andrà male, con Tosi che riuscirà nell’intento di far vincere la Moretti, sarà Matteo Salvini a dover tirar fuori ancora una volta la barca dalle secche. Del resto, che la linea anche con Roberto Maroni, pur più dialogante rispetto a Tosi, si stia divaricando è sotto gli occhi di tutti. L’ex leader e l’attuale leader del Carroccio hanno strategie differenti. Da una parte c’è la volontà di ricomporre tutto il centrodestra, Ncd incluso (Maroni). Dall’altra parte c’è la volontà di avere una marca chiara e riconoscibile dagli elettori (Salvini). Inutile dire che se in Veneto andrà male, Salvini si rifugerà proprio sotto Milano. E la sfida del sindaco sarà la sua sfida, la sua via per arrivare alla leadership nazionale di un centrodestra nel quale Arcore di fatto non esiste più (o quasi), e quando esiste è scollata dalla realtà. 

Fin qui, l’analisi politica, assolutamente opinabile. Poi ci sono i fatti. Tra l’estate e l’autunno prossimi in Lombardia è tempo di scadenze importanti per la Lega Nord, secondo quanto può riferire Affaritaliani.it. Ovvio che viste le premesse, sono tappe fondamentali nel percorso politico di Matteo Salvini. Sul tappeto ci sono il rinnovo del segretario nazionale della Lega Lombarda e quello del segretario cittadino (che poi è una sorta di provinciale) di Milano. Attualmente le due poltrone sono ricoperte rispettivamente da Matteo Salvini e da Igor Iezzi. Il primo però si affida di fatto al vicesegretario vicario, Stefano Borghesi. Il secondo, invece, è arrivato al limite di mandati e quindi tornerà, almeno per il momento, ad essere semplicemente consigliere comunale a Milano. 

I pretendenti, secondo quanto può riferire Affaritaliani.it, sono due coppie. La prima si sfida per la segreteria della Lega Lombarda. Secondo rumors, da una parte ci sarebbe Paolo Grimoldi, monzese, classe 1975, già consigliere provinciale di Milano nel 2004, è parlamentare da due legislature. Dall’altra parte, invece, Massimiliano Romeo. Classe 1971, è il capogruppo del Carroccio in consiglio regionale. Anche lui brianzolo, per la precisione di Monza, dove è stato sia consigliere comunale che assessore.

L’altra coppia è quella formata da Davide Boni e Stefano Bolognini. Si sfidano per la segreteria cittadina. Davide Boni è l’ex presidente del consiglio regionale, attualmente commissario di Mantova. Stefano Bolognini è invece ex assessore alla Sicurezza della Provincia di Milano, e recentemente è stato tra gli organizzatori della “festa di compleanno” di Matteo Salvini con il salotto buono degli amici della Lirica di Daniela Javarone.

Sono due sfide importanti, per Salvini. Perché proprio il controllo del territorio, e della Lega Nord sul territorio è lo snodo in base al quale potrà giocarsi la partita di Milano. Aspettando, ovviamente, quel che succede in Veneto.

@FabioAMassa

Tags:
lega nordlega lombardamatteo salvini







A2A
A2A
i blog di affari
Due ori italiani a Tokyo 2020, ma “ex aequo” Tamberi (un po’) stonato
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Cassazione, trasferimenti immobiliari e crisi coniugali: la sentenza
Green pass, serve a poco se col vaccino posso comunque contagiare
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.