A- A+
Milano
letta 500 3

Giornata all'insegna dell'Expo per Enrico Letta. Il presidente del Consiglio, dopo aver avvisato soltanto ieri i vertici della societa', e' arrivato a Milano nella mattinata - dopo una tappa a Torino - per quello che ha definito un "blitz" al cantiere dell'area espositiva che nel 2015 ospitera' la manifestazione. Il premier ha voluto "toccare la situazione con mano", ovvero constatarne da vicino lo stato dell'arte e valutarne la congruenza con la tabella di marcia che vede sempre meno tempo a disposizione. Alla fine, ne ha tratto la convinzione che si potesse lanciare un messaggio rassicurante sul successo dell'evento: "i tempi - ha detto - saranno rispettati, guardiamo con fiducia all'evento. Le scadenze fanno bene agli italiani perche' ci fanno correre".

Al termine della visita, Letta ha tratteggiato la road map che portera' Milano a un anno dall'Expo e il primo appuntamento e' quello fissato per il 20 settembre con i sindacati - a proposito del quale il premier ha assicurato che il Governo e' pronto a mettere in atto quanto verra' deciso in quella sede -, seguito da una trasferta in Usa (24, 25 e 26), in occasione dell'assemblea generale delle Nazioni Unite, che Letta intende sfruttare per "interagire con il maggior numero possibile di presidenti e primi ministri" e "pompare al massimo l'evento". Il presidente del Consiglio sara' anche a Torino in occasione del tradizionale incontro (2,3 e 4 ottobre) dei Paesi partecipanti, attualmente 132, con l'obiettivo di dimostrare quanto "il Governo sia impegnato pancia a terra su Expo". Tappa piu' operativa quella di novembre, quando verra' consegnata l'area in cui sorgera' il Padiglione Italia, il cui cantiere potra' quindi essere aperto.

Nel ribadire, quindi, l'attenzione dell'esecutivo per la manifestazione del 2015, sulla quale il premier conta tanto per "generare posti di lavoro e far crescere l'economia", quanto per "dare un'immagine positiva per l'Italia", Letta non ha rinunciato a mostrarsi concreto, attaccato ai fatti e ai progressi tangibili. Il primo pomeriggio del premier ha assunto un tono piu' istituzionale: raggiunta via Rovello, sede degli uffici di Expo Spa, Letta ha incontrato il presidente della Regione, Roberto Maroni, e il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, lasciando gli spazi al termine senza rilasciare dichiarazioni, ma mostrandosi disteso e sorridente. Del vertice, Pisapia ha riportato un giudizio "estremamente positivo. Abbiamo scalato la montagna - ha detto - ora il percorso e' in discesa". Dal canto suo, Maroni ha riconosciuto al Governo un "forte impegno per il successo dell'Expo".

Un "impegno straordinario", quello del premier Enrico Letta, che e' un "segno concreto dell'attenzione e dell'impegno che stiamo mettendo tutti su questo fronte cruciale, smentendo con i fatti alcune voci inutilmente polemiche. Il settosegretario all'Expo, Maurizio Martina, ha lodato cosi' l'attenzione del presidente del Consiglio e dell'Esecutivo, dimostrata anche in questa giornata di visite di Letta a Milano.

"Il Governo italiano - ha fatto notare Martina - portera' in ogni sede internazionale l'occasione Expo. Inoltre, sono gia' calendarizzati altri due appuntamenti importanti: un incontro operativo con tutti gli assessori regionali al turismo, che si terra' lunedi' prossimo, nel pomeriggio, a Roma e la riunione con la Conferenza delle Regioni ed Anci organizzata per il prossimo 19 settembre". Martina ha anche reso noto che e' confermata la presentazione del Masterplan di Governo per Expo entro meta' ottobre".

Tags:
expomilanoletta






A2A
A2A
i blog di affari
Mattarella e Draghi, immagine dell’Italia responsabile e pragmatica
Di Ernesto Vergani
Incostituzionale l'indeducibilità dell'IMU per le imprese: ora i rimborsi
Matrimonio tra Pascale e Turci, l'altro significato...
di Maurizio De Caro

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.