A- A+
Milano
Lombardia, 1 miliardo e 3.600 addetti in più dalle infrastrutture

Al via la Brebemi nata da un progetto delle Camere di commercio di Milano, Bergamo, Brescia e Cremona. Una risposta alle nove imprese milanesi e lombarde su dieci che chiedono un rafforzamento dei trasporti per Expo e il 62,4% chiede di potenziarli molto. Trasporti anticrisi, secondo le imprese una migliore rete infrastrutturale può portare ad un rilancio degli investimenti diretti esteri del 15% nel medio-lungo periodo con una crescita del business internazionale sul territorio lombardo di circa 1 miliardo di fatturato e 3.600 addetti all’anno. Si risolverebbe infatti il maggior problema che è quello delle code secondo un’impresa su quattro. Emerge da un’indagine della Camera di commercio di Milano a febbraio 2014 su 1.300 imprese milanesi e lombarde e da una stima sui dati del Rapporto Milano Produttiva 2014 della Camera di commercio di Milano.
Trasporti, 157mila imprese in  Lombardia. Secondo i dati del servizio studi della Camera di commercio di Milano al terzo trimestre 2013, sono 157mila le imprese in Lombardia con 200mila addetti. Milano è prima per numero di imprese (13.149), seguita da Brescia (2.865) e Bergamo (2.338).
In Italia un addetto ai trasporti su cinque lavora in Lombardia (198.795). Il maggior numero di addetti si registra nel settore magazzinaggio e attività di supporto ai trasporti (99.984) e nel trasporto terrestre e mediante condotte (92.170). Netto primato di Milano per il numero di addetti rispetto alle altre province (121.773, circa il 60% degli addetti lombardi) e per gli addetti nei settori magazzinaggio e attività di supporto ai trasporti (71.807) e trasporto terrestre e mediante condotte (45.557).
 
“Expo può e deve essere l’occasione per il rafforzamento delle infrastrutture, come chiedono le imprese  - ha dichiarato Alberto Meomartini, vice presidente della Camera di commercio di Milano -. L’inaugurazione della Brebemi rappresenta una risposta, con vantaggi dal punto di vista economico, ma anche dell’attrattività del territorio. Già oggi  il 56% di tutti gli investimenti attivati dal 2005 al 2011 in Italia deriva da multinazionali straniere che avevano già in precedenza la sede generale in Lombardia. Una migliore connessione può avere un impatto positivo sulle scelte degli investitori stranieri. E' da sottolineare che la Brebemi nasce da un volontà dell'imprenditoria e delle comunità locali lombarde: per iniziare a progettarla, si è dovuto modificare una legge del Parlamento nazionale del 1975 che vietava di costruire nuove autostrade. In questo contesto ha avuto un ruolo centrale il sistema delle Camere di commercio come ha riconosciuto il presidente del Consiglio Matteo Renzi”.
 

Tags:
lombardia







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, a cosa serve realmente la tessera verde?
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.