A- A+
Milano
pisapia maroni 500

Nessuna presa di posizione, ma giusto un rapido accenno per chiarire che, soprattutto su Expo e anche nello specifico del ruolo del commissario generale, Regione Lombardia e Comune di Milano lavoreranno insieme. Sull'ora e mezzo di colloquio avuto questa mattina, Giuliano Pisapia e Roberto Maroni si sono mostrati vaghi e anche il problema aperto della permanenza di Roberto Formigoni nel ruolo di commissario dell'esposizione viene riportato all'esterno senza argomenti di sostanza: "abbiamo anche parlato di questo - ha ammesso Pisapia -, ma non di singoli nomi. Per quanto mi riguarda, ho dato la mia massima disponibilita' affinche' ci siano anche su questo scelte il piu' possibile condivise. Sono convinto che, se sara' possibile, ci saranno".

Nessun indugio da parte di Roberto Maroni nel procedere con la formazione della nuova Giunta lombarda, quanto la necessita' di attendere che le procedure facciano il proprio corso. A margine di un incontro a Palazzo Marino con il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, Maroni ha reso noto di avere "assolutamente" le idee chiare su ogni singola casella della squadra, e che la designazione della Giunta arrivera' non appena si sara' insediato. A chi gli chiedeva se la Sanita' sara' affidata ad un esponente del PdL, Maroni ha tagliato corto: "posso dirvi che sara' un assessore. Per me conta la squadra, il merito e la competenza. L'ho detto e lo ribadisco".

Atmosfera distesa, strette di mano, una sessione di dichiarazioni alla stampa comune. Giuliano Pisapia e Roberto Maroni si sono visti questa mattina a Palazzo Marino per quella che e' sembrata una prova generale di collaborazione. Circa un'ora e un quarto di colloquio, in cui sono entrati i maggiori temi di interesse comune, al termine del quale il presidente della Regione ha detto di aver "garantito al sindaco, che conosco da tempo e che stimo, la leale collaborazione mia personale e della Regione, nell'interesse comune di affrontare e di risolvere i problemi, di dare risposte concrete ai problemi concreti".

I primi si segnali di 'concordia' e condivisione, dunque, si registrano a monte, nel modus operandi, per cui la collaborazione "e' l'unica strada - ha spiegato Maroni - per tornare alla politica con la 'p' maiuscola. Affrontare i problemi non da punto di vista ideologico, ma dal punto di vista della concretezza: questa leale collaborazione - ha aggiunto - e' quello che serve tra le istituzioni". "Abbiamo parlato soprattutto della volonta' comune di avere ottimi rapporti istituzionali - ha rincarato Pisapia - perche' e' del tutto evidente che sui grandi temi che riguardano Milano e la Lombardia, l'unita' d'azione, e quindi superare le problematiche, e' un vantaggio per la Lombardia, ma anche per il presidente della Regione che per il sindaco di Milano. Credo molto nella necessita' per tutti di dare un segnale di buona politica al Paese - ha aggiunto - e da questo punto di vista si puo' fare buona politica all'interno delle istituzioni e al servizio della collettivita' indipendentemente da posizione politiche".

Al di la' delle proclamazioni di intenti, sindaco e presidente di Regione non si sono sbilanciati sul dettaglio dei contenuti: "abbiamo avuto uno scambio di opinioni su tanti temi - si e' limitato a dire Maroni -, non appena ci sara' il mio insediamento ufficiale, abbiamo concordato di fare un incontro sull'agenda delle cose che riguardano comune e regione, compreso Expo, per cominciare subito a lavorare intensamente". Alla domanda precisa se sanita' e Aler, capitoli caldi anche per il coinvolgimento in vicende giudiziarie, il presidente della Regione ha concesso: "ci lavoreremo, abbiamo cominciato a parlarne. Io sono pronto gia' da ieri, ma non sono insediato e non posso fare il governatore. Non appena ci sara' proclamazione ci incontreremo, parleremo di tutte queste cose certamente trovando una soluzione condivisa".

Tags:
lombardia






A2A
A2A
i blog di affari
Il federalismo per salvare la democrazia italiana
Di Ernesto Vergani
AIUTI PER I VOLONTARI, AUDIT ENERGIA, DONATORI SANGUE, INCENDI
Boschiero Cinzia
PENSIONI INTEGRATIVE EUROPEE, WELFARE, FONDI PER SCUOLA E MIGRANTI
Boschiero Cinzia

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.