A- A+
Milano
Lombardia, nessuno dei tre candidati ha puntato su TikTok. L'analisi
Attilio Fontana, Letizia Moratti, Pierfrancesco Majorino

Lombardia, lo studio sulle strategie social di Fontana, Moratti e Majorino

Un investimento "di 30 mila euro in advertising" e ben oltre mille post pubblicati fanno di Letizia Moratti la candidata più aggressiva dal punto di vista comunicativo. L’ex sindaco di Milano e assessore regionale ha affrontato la campagna elettorale sui social media "in modo muscolare", ma paga una base di follower non particolarmente ampia (poco più di 17mila tra tutte le piattaforme). Dall’altro lato, Attilio Fontana ha potuto muoversi agevolmente grazie a una fanbase di quasi 370mila follower, costruita in cinque anni di attività al vertice della Regione. Tra loro, "l’ottima perfomance" di Pierfrancesco Majorino, che ha accresciuto del 13,77% il proprio seguito sui social. Sono questi alcuni dei principali risultati dello studio di DeRev - società di strategia e comunicazione digitale - che ha analizzato la campagna elettorale per la Presidenza della Regione Lombardia sui social media.

Lombardia, nessuno dei tre candidati ha puntato su TikTok

“In generale - ha spiegato il CEO di DeRev, Roberto Esposito - si tratta di una comunicazione matura, anche se restano margini di miglioramento. Tutti i candidati hanno dato prova di saper cogliere l’importanza di questo canale per raggiungere i cittadini e il dato sulla spesa in sponsorizzazioni lo dimostra: non soltanto i 30mila euro di Moratti, ma anche gli 8.200 euro ciascuno investiti da Fontana e Majorino”. I tre candidati hanno presidiato Facebook, Instagram e Twitter con una predilezione per quest’ultima piattaforma da parte di Moratti e Majorino. Nessuno ha tentato la via di TikTok. Sui social più tradizionali, il presidente uscente ha pubblicato 588 post nel periodo considerato (1 dicembre 2022 - 28 gennaio 2023), raggiungendo un engagement medio del 2,58%.

Fontana: performance migliori grazie alla sua rendita di posizione

Secondo il DeRev Score - un algoritmo proprietario sviluppato per misurare l’efficacia della comunicazione sui social media a partire da tutti i principali indicatori, come il numero di follower, l’engagement, il numero di interazioni e il numero di post -, che a Fontana attribuisce un punteggio di 107, è lui il migliore in termini analitici. Si tratta però di un risultato che nasce da una rendita di posizione molto forte: non soltanto per la visibilità ottenuta negli anni di Presidenza, ma anche per il modo con cui Fontana ha gestito la comunicazione in questo periodo. Secondo l’annuale Report di DeRev che analizza le performance dei Presidenti di Regione, Fontana nel 2022 occupava la quinta posizione a livello nazionale per efficacia comunicativa sulle piattaforme social.

Vivace la campagna elettorale di Majorino sui social

“Da un punto di vista di campagna elettorale tout court - ha fatto notare Roberto Esposito - è più di tutti Majorino ad aver fatto un ottimo lavoro. Partiva da una presenza già abituale e l’ha rafforzata. Il suo DeRev Score a 72 punti riflette una base di follower discretamente rappresentativa (86mila), un ottimo engagement medio (8,21%) e un buon numero di interazioni (382mila). Per intenderci, Letizia Moratti, pur avendo speso tantissimo, in termini economici e anche di energie, ha totalizzato 129mila interazioni e appena 17mila follower. E, infatti, il suo DeRev Score si ferma a 36 punti”.

L'analisi: "Lombardia, una campagna tutta over 30"

Decisamente staccata, e inefficace, secondo l'analisi presentata, Mara Ghidorzi che parla sui social appena a 1.275 persone, pubblicando meno di un post al giorno. Secondo l’analisi di DeRev, è comune a tutti il punto debole di questa campagna elettorale. Sebbene Instagram sia ormai assimilato, per importanza, a Facebook, nessuno dei candidati ha tentato la via TikTok. “È stata una campagna del tutto over 30 - ha concluso Roberto Esposito -: i candidati hanno rinunciato in partenza all’elettorato più giovane. Certamente, ingaggiarsi nel dialogo con queste generazioni può essere molto difficile (non dimentichiamo alcune pessime prestazioni della campagna nazionale per il voto di settembre), ma tirarsi indietro per paura o per fatica è anch’esso un messaggio molto chiaro su quello che si intende fare da eletti. Investire sui giovani significa prima di tutto parlarci e coinvolgerli”.

Lazio e Lombardia: un confronto impietoso

La campagna elettorale lombarda sui social media ha surclassato quella che si sta svolgendo nel Lazio. Nessun candidato, a parte Alessio D’Amato, ha investito in advertising e la somma dei follower di tutti gli aspiranti alla Presidenza della Regione è di poco superiore alla fanbase della sola Letizia Moratti. Di fatto, la campagna elettorale sui social nel Lazio parla appena allo 0,6% della popolazione.

Di pochi giorni fa lo studio di Reputation Science sulle conversazioni generate dai tre candidati sulle principali piattaforme social.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
fontanalombardiamajorinomorattiregionalisocialtiktok







Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.