A- A+
Milano
Lombardia, Sala: "Non sono sorpreso. Ma usciamo con due diamanti in tasca"
Beppe Sala

Lombardia, Sala: "Non sono sorpreso. Ma usciamo con due diamanti in tasca"

Il sindaco di Milano Beppe Sala analizza la sconfitta del centrosinistra alle Regionali lombarde: “Non è stata una grande sorpresa il risultato delle elezioni regionali. Certo, poteva andare un po' meglio nel risultato globale, ma devo dire che le ultime due elezioni, sia nazionali che queste regionali, erano operazioni molto difficili. Nonostante questo, la passione politica ti fa fino all'ultimo giorno lottare e supportare i tuoi candidati, anche se sai che sarà molto difficile. Detto ciò, non posso che essere soddisfatto per come è andata a Milano, perché è andata molto bene. Credo sia il momento di andare al di là dei luoghi comuni su Milano: il luogo comune è la sinistra della Ztl, noi abbiamo vinto in tutta la città. Usciamo con due diamanti in tasca: anche il voto giovanile e Milano, e questo è importante per me”.

Sala: "Qui funziona la politica del far funzionare le cose"

Così il sindaco Giuseppe Sala, a margine delle celebrazioni per i 50 anni del Teatro Elfo Puccini a Palazzo Marino. “È che Milano ha le sue diversità – ha proseguito i il sindaco - . Secondo me qui funziona una proposta progressista ma tesa a fare funzionare le cose. Non la politica del fare, ma del far funzionare le cose, che non perde tempo in mille tweet e presenze televisive e che si dà da fare”. “Dopodiché Majorino ha fatto la sua parte, con un grandissimo impegno, e non posso che ringraziarlo”, ha sottolineato.

Sala: "Moratti? Cambiare idea politica richiede tempo"

 “Al di là del rispetto con cui parlo della Moratti, di cui apprezzo la determinazione, la cosa che non ha funzionato è che in tempi troppo brevi è passata da esser potenziale candidata del centrodestra all'essere potenziale candidata del centrosinistra, a flirtare con Bossi. Questo non funziona. Si può cambiare idea politica, ma è un’operazione che richiede tempo”. Così Sala in merito alle percentuali di voto raccolte dalla candidata del Terzo Polo alle regionali lombarde, Letizia Moratti: il 9,87 %.“Non è stato tanto un giudizio sulla persona quanto l'incomprensibile posizionamento – ha precisato poi - . Dopo di che c'è anche un tema Terzo Polo che è andato male qua da noi, ma lo riporto a quello che dicevo: la gente non vuole tante dichiarazioni, vuole fare funzionare le cose”.

Sala contro il voto su due giorni: "Molte famiglie sono andate via"

“Per quanto riguarda l’alto livello di astensionismo alle regionali, do due letture. Trovo assurda questa liturgia del voto su due giorni ma soprattutto l’idea di bloccare le scuole così a lungo. Conosco molte famiglie che sono andate via due giorni. Bisogna trovare delle soluzioni a questo: basta chiudere scuole così a lungo. Inoltre, spero che sia una lezione per quella politica troppo urlata, con troppi talk show, troppi dibattiti inutili. Lo diciamo ma torniamo sempre a fare quella cosa lì e ritorniamo a fare quella cosa lì. Io no”.  Così Sala sull'affluenza.

Sala: "Sorpreso dalla Lega. Un consiglio a Salvini..."

“La Lega ha tenuto alle regionali. Questa è stata un po’ una sorpresa: mi aspettavo di meno. Non mi voglio spingere a dare consigli a Matteo Salvini perché non credo che ne abbia bisogno e non li accetterebbe volentieri. Ma il Salvini che va a vedere i cantieri e si dà da fare vale più del Salvini polemico. Forse provo a dargli un consiglio da chi ha 20 anni di più: se lavori di più, fai le cose, ti perdi di meno in tweet o tik tok puoi funzionare”, ha commentato il sindaco di Milano.

Lombardia, Sala: "Ho parlato con Fontana. Abbiamo tante cose in agenda"

Fontana “l’ho sentito ieri sera. Sono tante le questioni che vanno affrontate insieme, è evidente. Adesso credo che lui si faccia qualche giorno in montagna per riposarsi, giustamente. Poi abbiamo tante cose in agenda, la prima relativa all’ipotesi di portare la pista di pattinaggio veloce per le Olimpiadi invernali 2026 a Milano, in Fiera. Io ci tengo molto e anche lui. Su quello lavoreremo da subito”.  La proposta della Fiera di Milano per realizzare lì la pista di pattinaggio veloce per le Olimpiadi invernali 2026, “è una buona proposta. Dobbiamo risolvere una serie di aspetti economici ma credo che ce la faremo”. Così il sindaco Giuseppe Sala, a margine delle celebrazioni per i 50 anni del Teatro Elfo Puccini a Palazzo Marino.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
lombardiasala







Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.