A- A+
Milano
Maroni: "Prendiamo esempio dal Lazio e sforiamo il patto di stabilità"

"Qualche giorno fa il Parlamento ha approvato un emendamento che toglie le sanzioni previste dalla legge per le Regioni che hanno sforato il Patto di stabilità, come il Lazio. Noi siamo virtuosi, tutti gli anni riceviamo i complimenti dalla Corte dei Conti, ci atteniamo alle regole, stiamo attenti ai singoli euro, persino ai centesimi, pur di non sforare il Patto di stabilità, ma se poi chi sfora viene premiato, tanto vale allora farlo anche noi: così mettiamo più soldi, facciamo più cose, sforiamo il Patto, tanto poi non ci sarà alcuna sanzione. Perché, se l'alternativa a tagliare gli investimenti, è sforare il Patto di stabilità, tanto poi la sanzione non c'è, allora tanto vale sforarlo". Lo ha spiegato il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, questa mattina, a Varese, nel corso di una conferenza stampa per illustrare gli interventi decisi per il pronto soccorso dell'Azienda Ospedaliera Macchi di Varese. "Noi - ha aggiunto Maroni - abbiamo le risorse per fare qualsiasi cosa, abbiamo un residuo fiscale, ovvero la differenza di quanto i cittadini lombardi pagano di tasse e quanto ricevono dallo Stato, di 53,9 miliardi l'anno e il Bilancio della Lombardia è di 23 miliardi"

Tags:
roberto maronilaziolombardiapatto stabilità







A2A
A2A
i blog di affari
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli
Alkemia sigla contratto triennale con l’India per materie prime


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.