A- A+
Milano
Mazzette, chiesta archiviazione per Boni: "Nessuno mi renderà due anni"

di Fabio Massa

Settecentodiciassette giorni. Lunghissimi. E poi, il 10 dicembre la Procura della Repubblica di Milano avrebbe depositato la richiesta al gip Manuela Scudieri: archiviate l'inchiesta su Davide Boni. Lui, ex presidente del consiglio regionale, si dimise da ogni incarico, lasciando il posto a Cecchetti. Uscì dalla politica istituzionale proprio per quelle accuse di aver preso tangenti, per quelle accuse da parte dell'architetto Ugliola. I pm oggi dicono che non ci sono conferme: "infondatezza della notizia di reato, in quanto gli elementi acquisiti non appaiono idonei a sostenere l'accusa in giudizio".

Davide Boni, in un'intervista ad Affaritaliani.it racconta: "Ho pianto, mi tremano le gambe. Aspetto l'ufficialità ma io la testa alta l'ho sempre avuta. E' la fine di un incubo. Nessuno mi renderà i due anni che ho perso, e tutte le candidature che avrei potuto avere. Mi sono dovuto allontanare dalla politica istituzionale. Ho vissuto 25 anni nel movimento Lega Nord, vado avanti. Non nutro propositi di vendetta..."

Davide Boni, cadono le accuse nei suoi confronti.
Non so, aspetto l'ufficialità. Ho parlato con il mio legale che sta attendendo l'atto ufficiale.

Ma se così fosse?
Se così fosse, si tratta della fine di un incubo. E' stato davvero un incubo. Da tutti i punti di vista. Da quello personale, familiare, politico. Ho rinunciato a un ruolo istituzionale. Ho rinunciato a tutte le candidature che avrei potuto avere. Queste cose ti cambiano.

In che modo è cambiata la sua vita?
Mi sono dovuto allontanare dalla politica istituzionale, e questo per me è stato un grande cambiamento. Ho continuato a fare la politica da militante, perché dopo 25 anni nel movimento certe cose non le cambi. Poi ho dovuto aprire una mia società, e questa mi sta dando soddisfazione. Ma non parliamo della famiglia e degli amici: è stata una tortura.

Ha sentimenti di rivalsa?
No. Certo è che due anni non te li rende nessuno.

Prova un sentimento di delusione? C'è chi l'ha tradita...
C'è sempre quello che guarda e dice, e parla a sproposito, e dice cose non vere. Io sono sempre andato in giro a testa alta. L'ho detto appena dopo essere finito nel registro degli indagati. Non ho fatto nulla. Anche la Procura adesso lo dice, e questo mi conferma nella mia posizione. Domani è un altro giorno e andremo avanti a combattere.

Si è sentito difeso dalla Lega Nord?
I
o non penso a vendette. Quello che dico è che avrei potuto essere utile al movimento nella completezza dei miei incarichi e delle mie capacità. Questo è stato un danno per la Lega. E di questo mi dispiace.

@FabioAMassa

Tags:
davide bonimazzette







A2A
A2A
i blog di affari
Salento: pastella, cozze aperte all’ampa... Chi l'ha detto che si mangia male?
di Francesca Micoccio
Green pass obbligatorio e lockdown annunciati: il ritorno alla nuova normalità
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.