A- A+
Milano
Milano, bimba di nove mesi muore nel sonno tra malnutrizione, incuria e scarsa igiene

Una bambina di nove mesi di nazionalita' italiana e' morta nella notte in un appartamento di via Filippo Severoli, zona Primaticcio, periferia ovest di Milano. Ad avvisare il 118 sono stati i genitori intorno alla mezzanotte, appena si sono resi conto che la piccola non respirava piu'. Sul posto tuttavia sono intervenute subito anche le volanti della Polizia di Stato e il medico legale, che sul corpo ha verificato una piaga da decubito, scarsa igiene, e uno stato di malnutrizione. Al momento non si conoscono le cause precise della morte, il cadavere e' stato affidato all'autorita' giudiziaria per accertamenti.

Non escludono nessuna ipotesi gli inquirenti della Squadra Mobile. "La prima cosa, al momento, e' stabilire le cause della morte, per questo siamo in contatto continuo coi medici", dicono gli investigatori. Sul corpo della bimba sarebbero state trovate tracce di malnutrizione e piaghe da decubito, ma dopo le prime conferme di stamattina gli inquirenti preferiscono non approfondire questo punto. I genitori della bimba sono un 40enne e una 36enne, italiani, che gli investigatori definiscono provenienti da "un contesto popolare", ma sui quali al momento non filtra nessun'altra informazione.

I genitori della bambina sono rientrati poco dopo le 12,30 nel loro appartamento in Via Severoni 13. Appaiono provati in volto e sconvolti dalla tragedia che ha portato via la loro figlia di pochi mesi. Alla domanda dei giornalisti sulla causa del decesso, il padre ha risposto: “Chiediamo rispetto e di essere lasciati in pace, vi chiedo soltanto questo”. Le immagini della madre di 36 anni e del padre di 40 della bimba morta che secondo i primi soccorsi era in apparente stato di malnutrizione, saranno trasmesse questa sera alle 19 nel corso del telegiornale di Telelombardia.

L'assessore milanese alle Politiche sociali, Pierfrancesco Majorino, esprime, in una nota "profonda tristezza" per la morte della bimba di nove mesi, avvenuta nella notte a Milano. "La piccola e i suoi genitori - precisa Majorino -, benche' probabilmente in grande difficolta', non avevano mai chiesto aiuto ai nostri servizi, ne' erano stati segnalati da nessuno. Un fatto che ci fa sentire ancora piu' impotenti di fronte a quanto accaduto e che ci spinge a invitare chiunque conosca situazioni di questo tipo a chiamare i servizi sociali del Comune, affinche' si possa intervenire ed evitare accadimenti cosi' dolorosi". "Non bisogna avere timore di chiedere aiuto per se' e per gli altri superando i limiti della riservatezza - prosegue -. I nostri centri sono numerosi e in tutti i quartieri, potenziati proprio nei servizi per le famiglie con disagio sociale. Non lasceremo soli i genitori della piccola, cercheremo di accompagnarli in questo difficile momento, offrendo loro tutto il sostegno possibile d'ora in avanti".

Tags:
malnutrizioneneonata morta







A2A
A2A
i blog di affari
Matteo Pittaluga: l'aspetto mentale per diventare Social Media Manager
Dario Ciracì
il project financing collegato al partenariato pubblico privato (seconda parte
Il mercato dei corsi fitness e le prospettive post-pandemia
Elena Vertignano


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.