A- A+
Milano

Stava camminando lungo la banchina della metropolitana, a Milano. Perde l'equilibrio, il braccio si incastra tra due vagoni della metropolitana. Si salva grazie alla prontezza di riflessi del macchinista, che in pochi secondi arresta il treno e gli salva la vita. Un miracolo. Lunedì 16 settembre, linea 1, stazione Duomo. Sono le 20.30, c'è ancora un discreto via vai di persone. Tra gli ultimi passeggeri a scendere dal treno, un uomo con una borsa a tracolla che cammina con passo incerto.

Pochi istanti, il convoglio chiude le porte e riparte. L'uomo perde l'equilibrio, urta la carrozza e viene risucchiato dal treno in movimento. La testa e una parte del busto sono incastrate tra i due vagoni. Nel giro di pochi secondi il conducente ferma il treno, mentre i pendolari assistono alla scena increduli. Temono il peggio.

SOCCORSI IMMEDIATI - In pochi minuti giungono i soccorsi. Prima gli agenti della polizia in servizio, poi i vigili del fuoco e i volontari del 118. In poco meno di venti minuti estraggono l'uomo ancora cosciente, lo trasportano Fatebenefratelli in codice giallo. Il rapporto di polizia parla di tumefazione del lato sinistro del volto e di escoriazioni al busto. E' andata bene: non si è fatto quasi niente.

Tags:
milanometro






A2A
A2A
i blog di affari
Olio extravergine d’oliva: benefici e caratteristiche
Anna Capuano
Décolleté con tacco alto o con zeppa: quale funzionerà per gli outfit di tutti
Anna Capuano
Frutta secca: benefici e quando mangiarla
Anna Capuano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.