Advertisement
A- A+
Milano
Milano, Gallera si scalda per le elezioni: "Nasce Milano Merita"

di Fabio Massa

Giulio Gallera, coordinatore cittadino di Forza Italia a Milano, annuncia la nascita di "Milano Merita". "Sarà un comitato civico - spiega ad Affari - perché i milanesi possano elaborare un programma che poi sarà presentato a chi sfiderà Pisapia. Se mi preparo a fare il sindaco? Io sono a disposizione, ma questa iniziativa è un atto di generosità per il quale non voglio nulla in cambio". Poi spara su Expo: "Ormai possiamo già dire che è un'occasione perduta per colpa di Pisapia"... L'INTERVISTA DI AFFARITALIANI.IT

Coordinatore Gallera, nasce Milano Merita. Che senso ha?
Domenica alle ore 10 all'Umanitaria in via Daverio 7 lanciamo un comitato civico chiamato "Milano merita". E lo slogan è "Milano merita di più". In questi anni di lavoro sul territorio abbiamo raccolto moltissimo disagio nei confronti di questa amministrazione. Oggi c'è una disaffezione acuta nei confronti di Pisapia e della sua giunta. Insieme ad altri professionisti, imprenditori, milanesi ho deciso di costituire un comitato civico che consentisse a tutti non solo di borbottare, di lamentarsi, ma anche di fare qualcosa in più, dando il loro contributo alla costruzione di un progetto di Milano diversa.

Che rapporto ha con Forza Italia questo comitato?
Sarà composto da cittadini, l'obiettivo è avere tante voci che costruiscano un progetto. Alla fine questo progetto può essere messo a disposizione di chi sarà chiamato a sfidare Pisapia. Un'operazione di contenuto molto seria ed efficace. Una cosa che non c'è mai stata nella storia di Milano. I programmi sono stati scritti fino ad adesso nelle sedi dei partiti o da un gruppo ristretto. Qui siamo più ambiziosi, vogliamo sviscerare tutte le varie tematiche, dando a Milano il ruolo di locomotiva del Paese.

Qualcuno potrebbe pensare che sta radunando le truppe per candidarsi a sindaco...
Non è in alcun modo così. Io mi sono reso conto che si deve andare oltre l'azione preziosa dei partiti. E lo dico da dirigente di partito. Dobbiamo coinvolgere i tanti milanesi che non sono andati a votare. Ci sono persone che hanno votato Fi nel 1994 poi magari non hanno votato, o hanno votato Giannino, Monti e adesso votano Renzi. Occorre costruire un progetto per riattirarli.

C'è uno spazio politico?
Enorme. Basta guardare la città. A Milano chi arrivava sapeva di poter trovare un lavoro e se era bravo poteva diventare importante e fare fortuna. Negli ultimi cinque anni questo non è più possibile. L'amministrazione mette in difficoltà i commercianti, tanto per fare un esempio semplice semplice. Per mettere un tavolino fuori dal bar ci vogliono mesi di burocrazia e tasse a gogo. Non si è valorizzata la moda, il design, i new media che sono ignorati o ostacolati da questa amministrazione. Dico di più: abbiamo perso la grande occasione di Expo.

Battezza già Expo come un fallimento?
Non hanno fatto conoscere la nostra città nel mondo. Avremmo dovuto creare un turismo stabile nella nostra città. Sarà un piccolo evento commerciale, invece. Non c'è stata una riqualificazione di una sola piazza in periferia. Ormai è una grande occasione perduta. Da questa amministrazione non è stato fatto nulla. L'amministrazione spenderà 100 milioni di euro per piazza Messori e niente in periferia. Non si è stati capaci, all'estero, di vendere il "prodotto Milano". Oggi i turisti capiteranno per caso, vi staranno un giorno o un giorno e mezzo, stanto allo studio della Camera di Commercio. Poi se ne andranno...

Ed è tutta colpa di Pisapia?
Su questo ha una grandissima responsabilità. Sia sugli interventi mancati di riqualificazione sia sul resto. E' un sindaco assente dalla città che non ha in nessun modo girato come ambasciatore della milanesità.

Il centrodestra come selezionerà il sindaco?
Io sono sempre dell'idea che il coinvolgimento degli elettori sia necessario. Bisogna valutare chi è la figura più efficace. Potrà arrivare dai partiti o dalla società civile. Questo non importa: importa che agisca davvero per il bene di Milano.

Lei si candiderà?
Io amo la mia città e sono a disposizione della mia città. Se e come e quando serve. Anche la nascita di questo comitato civico nasce dalla consapevolezza che i partiti da soli non bastano. Anche questo è un gesto di generosità. Lo faccio senza chiedere nulla in cambio, senza immaginare nulla indietro. Dal 1990 faccio l'amministratore di questa città e la amo. Ogni giorno mi sento male nel vedere come è ridotta. Milano non può sopportare altri 5 anni di un'amminsitrazione grigia senza una visione di città né progetto sul futuro.

@FabioAMassa

Tags:
milanogallera








A2A
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Coronavirus, analisi di un medico dell'emergenza operativo in pronto soccorso
di Giusi Urgesi
Coronavirus e openness cosmopolita? Risultato: libera circolazione dei contagi
di Diego Fusaro
Italia. Riforme che non possiamo più rimandare. Intervista ad Alessia Potecchi
di Paolo Brambilla - Trendiest


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.