A- A+
Milano
Estorsori... da ridere. Copiano la richiesta di pizzo dal film "Il camorrista"
Il camorrista ben gazzara giuseppe tornatore

Una ventina di lettere recapitate ad altrettanti negozi, con una richiesta di pagare il pizzo tratta pari pari dal film "Il Camorrista": e' successo la notte scorsa in via Washington a Milano, dove un commerciante ha ritrovato sotto la saracinesca una lettera anonima, sgrammaticata, che lo invitava a pagare la protezione. Gli agenti della Polizia di Stato, avvertiti e giunti sul posto, hanno scoperto che la stessa identica lettera era stata recapitata ad altri esercizi della zona. "Noi garantiamo sicurezza per voi e la vostra famiglia - si legge nella lettera - con una poliza (sic) a vita che vi consigliamo di non rifiutare".

La lettera prosegue poi con riferimenti a fantomatici "boss" e "santi protettori": "Non attribuiamo nessuna rilevanza a queste minacce - dicono gli investigatori - dato che in nessuna zona d'Italia si e' mai assistito a una richiesta di pizzo con modalita' cosi' ridicole". Si pensa, insomma, a una burla. Non e' la prima volta che il film "Il Camorrista", diretto da Giuseppe Tornatore nel 1986 e basato sulla storia di Raffaele Cutolo, ispira gesti del genere: nel 2013 tre minorenni in provincia di Firenze avevano recapitato la stessa identica lettera a un commerciante locale, ed erano stati denunciati.

Tags:
pizzocommerciantiwahingtoncamorristatornatore







A2A
A2A
i blog di affari
Matteo Pittaluga: l'aspetto mentale per diventare Social Media Manager
Dario Ciracì
il project financing collegato al partenariato pubblico privato (seconda parte
Il mercato dei corsi fitness e le prospettive post-pandemia
Elena Vertignano


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.