A- A+
Milano
Moda, il "Made in Milan" tira all'estero: più 10 per cento in due anni

La moda “made in Milan” piace all’estero, in due anni l’export cresce del +10%, in un anno del 3%. Si passa dai 3,6 miliardi dei primi nove mesi 2012 a 4 miliardi nello stesso periodo del 2014, quattrocento milioni in più in nove mesi. Su base annuale corrisponde a mezzo miliardo in più di vendite. Su un totale italiano di 35 miliardi  di export, Milano pesa l’11%. Firenze e Vicenza, con 3 miliardi di export ognuna hanno una parte importante negli scambi esteri di settore. Emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano sui dati Istat per i primi 9 mesi del 2014, 2013 e 2012.

La moda milanese si diffonde all’estero in due anni grazie a Asia orientale e Cina, con 200 milioni di richieste in più, in particolare dalla Cina (114 milioni in più) e da Hong Kong (89 in più),  Stati Uniti con 60 milioni in più, Unione Europea con 64 milioni in più, con la sola Francia che ha richiesto 36 milioni in più.

Il “made in Italy” di moda vede protagonista la Francia per tappeti (14% di tutta la richiesta di tappeti italiani) e indumenti da lavoro (19%), la Germania per il tessuto non tessuto (20%), il Regno Unito per maglieria (9%) e intimo (8%), la Grecia per spago (5%), il Portogallo per il cuoio (5%), la Spagna per l’intimo (8%), la Repubblica Ceca per il tessuto non tessuto (6%), l’Africa Settentrionale per maglia (10%) e spago (10%), l’America del nord per tessili (11%), pelle (13%), il Medio Oriente per i tappeti (11%), Asia Orientale e Cina per pelle (22%), accessori (28%) e pelliccia (24%).

La Settimana della Moda Donna ha generato un indotto da 10 milioni di euro per gli alberghi di Milano e provincia secondo una stima sui dati dell’Osservatorio statistico sul Turismo della Camera di commercio di Milano.

A livello nazionale, Milano prima con 9.301 imprese e 73mila addetti, seguita da Brescia con 3.395 imprese e 13mila addetti, Varese con 2.349 imprese e oltre 9mila addetti, Bergamo con 2.247 imprese e 12.500 addetti. Tra le prime per addetti anche Mantova con 13.500. Il comparto milanese vale 13,4 miliardi di fatturato, quasi un quinto degli 80 nazionali. Emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano su dati registro imprese 2014.

Tags:
modafashionmade in milan







A2A
A2A
i blog di affari
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati
Green pass obbligatorio, nuovo mezzo di schedatura totalitaria dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.