A- A+
Milano
Ncd si ribella. Parolini: "Riduciamo gli assessori". E Colucci...

di Fabio Massa

Roberto Maroni l'ha detto chiaro e tondo, parlando con gli stakeholders, mentre i magistrati portavano in carcere i vertici di Infrastrutture Lombarde: "Il rimpasto di giunta non si farà". E il messaggio, seppur indiretto, è bene indirizzato al Nuovo Centrodestra, che dopo la scissione con Forza Italia, avrebbe voluto avere "un riequilibrio". Inutile dire che l'arresto di Rognoni - lungi dall'essere una grana, per Maroni - è una grande opportunità. Colta al volo: taglia la strada a Ncd, aiutato da Forza Italia che così difende tutte le posizioni, seppur con mal di pancia interni.

Ora Alessandro Colucci, coordinatore regionale Ncd, non ci sta. E ad Affari spiega: "Abbiamo affrontato il tema del rimpasto con Maroni. La sua posizione era chiara: il rimpasto va fatto e va fatto prima delle Europee. Noi ci siamo sempre fidati delle persone serie, e lui è una persona seria. Speriamo che Maroni voglia rispettare la parola che ci ha dato".

Mauro Parolini, capogruppo in consiglio regionale, usa toni ancor più duri sempre con Affaritaliani.it: "Maroni dice che il rimpasto non ci sarà? Io non l'ho sentito, chi era presente non ha colto se l'affermazione aveva una sostanza o era una battuta. Detto questo, chiederemo a Maroni una risposta definitiva e sulla base di quello decideremo che cosa fare. Questa fregola degli assessorati non ce l'ho proprio". Parolino propone anche un'altra soluzione: "Visto che la fregola non l'abbiamo, una soluzione potrebbe essere quella che invece di aggiungere si toglie. Il riequilibrio lo si può fare anche riducendo il numero degli assessori. Questo dimostra che non siamo legati alle sedie e alle poltrone. Certo non possiamo accettare questa situazione per la nostra dignità politica. La democrazia è fatta di rispetto dei numeri, oltre che di competenze. Se un gruppo di 10 ha 6 assessori (il riferimento è a Forza Italia, ndr) e un gruppo di 9 ne ha uno solo, qualcosa non quadra. Né Maroni né noi abbiamo il dovere di risolvere i problemi interni di Forza Italia. Se la smazzino loro ma non creino problemi alla Regione Lombardia". Ma il caso Infrastrutture sta pesando politicamente? "Maroni ha detto quella frase nel contesto di venerdì. E' evidente che il caso Infrastrutture ha turbato molti, ma non credo che sia la questione più politicamente rilevante".

@FabioAMassa

Tags:
ncdparolinicolucci







A2A
A2A
i blog di affari
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo
Green Pass, prove generali della società del controllo biopolitico totalitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.