A- A+
Milano
Oksana in carcere con la bimba di 3 anni: ha accoltellato e ucciso il compagno
oksana murasova

E' stata arrestata dai carabinieri e si trova ora in carcere a San Vittore, con la figlioletta di meno di tre anni Oksana Murasova, la 27enne lituana accusata di aver ucciso il compagno, Ruslan Bilous, durante una lite a Milano. E' stata la stessa donna a chiamare i soccorsi dopo le 22 di venerdì notte. Ma, quando gli operatori del 118 sono arrivati nell'appartamento di via Ripamonti, per l'uomo, di nazionalita' ucraina sulla trentina, non c'era piu' nulla da fare. La compagna lo aveva aggredito con un coltello al termine dell'ennesima lite violenta in cui pare che l'uomo, sotto effetto dell'alcol, avrebbe buttato a terra la bambina. La donna e' stata portata in ospedale per accertamenti poi trasferita nella sezione del carcere che accoglie le madri con figli piccoli.

La discussione tra i due sarebbe scoppiata per un motivo ricorrente di liti per la coppia: la gelosia dell'uomo nei confronti del datore di lavoro della compagna, che le organizzava serate nei locali milanesi. Dopo che lei aveva ribadito ancora il suo rifiuto alla richiesta di abbandonare le serate nei night, l'uomo l'ha aggredita. La lite si e' spostata in cucina dove la donna avrebbe reagito piantondogli un coltello nello sterno.

Tags:
oksana murasovaruslan bilousomicidioaccoltellamento






A2A
A2A
i blog di affari
Olio extravergine d’oliva: benefici e caratteristiche
Anna Capuano
Décolleté con tacco alto o con zeppa: quale funzionerà per gli outfit di tutti
Anna Capuano
Frutta secca: benefici e quando mangiarla
Anna Capuano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.