A- A+
Milano

Il comune di Milano sarà parte civile nel processo contro gli assassini di Lea Garofalo e sarà vicino a Denise Cosco, la coraggiosa figlia della vittima della mafia. “Questa amministrazione è impegnata concretamente nella lotta alle mafie – spiega il sindaco di Milano Giuliano Pisapia - sono stati messi in atto tutti i mezzi di contrasto utili contro l’aggressione mafiosa. È chiaro che siamo in ritardo, per anni si sono sottovalutati i rischi d’infiltrazioni mafiose, a partire dall’intervento della mafia sui grandi appalti e sui subappalti. Credo che abbiamo fatto dei gran passi in avanti, occorre ancora del tempo per arrivare ad una soluzione definitiva e per darci le garanzie necessarie. Ma siamo in tempo se tutti, a partire dal comune, fino alle forze dell’ordine e al tribunale, mettono assieme le energie per trovare le soluzioni più efficaci proprio per il contrasto alla mafia”.

Tags:
lea garofalo







A2A
A2A
i blog di affari
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli
Alkemia sigla contratto triennale con l’India per materie prime


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.