A- A+
Milano

Il comune di Milano sarà parte civile nel processo contro gli assassini di Lea Garofalo e sarà vicino a Denise Cosco, la coraggiosa figlia della vittima della mafia. “Questa amministrazione è impegnata concretamente nella lotta alle mafie – spiega il sindaco di Milano Giuliano Pisapia - sono stati messi in atto tutti i mezzi di contrasto utili contro l’aggressione mafiosa. È chiaro che siamo in ritardo, per anni si sono sottovalutati i rischi d’infiltrazioni mafiose, a partire dall’intervento della mafia sui grandi appalti e sui subappalti. Credo che abbiamo fatto dei gran passi in avanti, occorre ancora del tempo per arrivare ad una soluzione definitiva e per darci le garanzie necessarie. Ma siamo in tempo se tutti, a partire dal comune, fino alle forze dell’ordine e al tribunale, mettono assieme le energie per trovare le soluzioni più efficaci proprio per il contrasto alla mafia”.

Tags:
lea garofalo






A2A
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.