A- A+
Milano
"Contributi di Natale" alle associazioni: "Un regalo ad amici di amici?"

L'opposizione di Milano con la lente di ingrandimento su quelli che sono stati ribattezzati polemicamente i "regali di Natale della Giunta Pisapia". Ovvero 101 provvedimenti approvati tra il 23 ed il 30 dicembre che stabiliscono erogazioni a pioggia per complessibi 5,8 milioni di euro a favore di enti e associazioni culturali. Firmatario della gran parte degli atti, l'assessore alla Cultura Filippo Del Corno. Il capogruppo di Fratelli d'Italia Marco Osnato attacca: «Sotto Natale la Giunta Pisapia è stata particolarmente generosa. Si è prodigata a finanziare una serie di associazioni sconosciute. Ci piacerebbe sapere in che modo sono state attuate le scelte e se si è provveduto a realizzare una spending review anche nel settore della cultura. Ci auguriamo che il criterio non sia stato quello di finanziare gli amici degli amici. In una situazione critica per il bilancio comunale come quella degli ultimi anni, la cultura va tutelata ma ogni spreco va tagliato».
 

Tags:
pisapiadel cornoassociazioni







A2A
A2A
i blog di affari
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo
Green pass, il futuro del nuovo biocapitalismo della sorveglianza
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Obbligo Green pass decisione liberale
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.