A- A+
Milano
Pd, altra benzina sul fuoco. Bussolati apre il tema delle fondazioni

di Fabio Massa

Mentre il Pd si spacca, dopo la Leopolda e la manifestazione di piazza della Cgil, anche a Milano il clima politico si fa incandescente. A Palazzo Marino la giunta, e questa non è una novità, è fortemente divisa tra i renziani doc come Pierfrancesco Maran, i riformisti come Carmela Rozza, i civatiani come Pierfrancesco Majorino e i cuperliani come Filippo Del Corno. In questo contesto già infiammato, sta facendo discutere una lettera che il segretario metropolitano Pietro Bussolati, che Affaritaliani.it può pubblicare, ha inviato a tutti i segretari e i tesorieri d'Italia. "Mi permetto di scrivervi per condividere con voi alcune riflessioni, figlie anche di preoccupazioni che sento emergere da molti dei nostri territori: penso che sia utile una riflessione ampia, che coinvolga tutti, a partire da noi segretari e tesorieri. Vi scrivo perché penso che abbiamo il compito, tutti quanti, di occuparci (e preoccuparci) dei nostri circoli, perché diventino antenne sul territorio e luoghi di incontro, punti di aggregazione e fucine di attività fra la gente - scrive Bussolati -  Non mi sto riferendo alla polemica sulle tessere perché non è li' che leggo le fatiche più concrete dei circoli: sono certo che risponderanno a dicembre, quando si farà davvero la conta delle tessere, con lo stesso impegno, la stessa determinazione e la stessa passione con cui hanno vissuto la campagna per le europee e per le amministrative. Sono convinto, infatti, che non siano le tessere il problema che strozza i circoli, bensì quello degli spazi e in particolare delle sedi, dei luoghi nei quali portare avanti l’attività politica quotidianamente".

Il lungo preambolo è la premessa all'introduzione di quello che è stato uno dei cavalli della campagna congressuale di Pietro Bussolati: le fondazioni del partito. E, segnatamente a Milano, la fondazione Elio Quercioli che storicamente affitta gli immobili (salvo alcuni casi particolari) ai circoli. "Non credo sia più possibile, in una situazione economica così radicalmente mutata, avere così tanti problemi a trovare - e mantenere - spazi per fare politica, per accogliere le assemblee e le riunioni, per dare un riferimento al quartiere, per costruire e far crescere presìdi democratici in giro per l'Italia. Il Partito Democratico è spesso l'unico Partito presente in quartieri periferici o piccoli Comuni, garantendo un presidio di democrazia e di interesse pubblico a tutti i cittadini, occasione di crescita per i giovani e momento di proposta culturale e politica - spiega Bussolati - 
 Durante la campagna congressuale milanese ci siamo occupati di questo tema, strettamente legato al rapporto con una delle grandi fondazioni nate insieme al Partito Democratico, perché nel territorio milanese, in cui vivo e sono attivo, il patrimonio immobiliare è stato concentrato in una Fondazione ed è difficile trovare una via condivisa che permetta ai circoli di poter contare sugli spazi - che un tempo erano proprietà dei partiti storici - in modo sostenibile, anche economicamente: gli affitti, da un po’ di tempo a questa parte, sono sensibilmente aumentati rendendo difficile, se non impossibile, per molti circoli svolgere attività di qualsiasi genere non potendosi permettere di pagare affitti a prezzi elevati, o comunque paragonabili a quelli commerciali".

Insomma, il segretario lo mette nero su bianco. Gli affitti costano troppo e la responsabilità è della fondazione Quercioli. "Sono certo che il problema non riguardi solo Milano ed è questo che mi ha spinto a scrivere a voi tutti: affrontiamo il problema economico e il bilancio delle nostre federazioni e del partito nel suo complesso, senza dimenticare che le sedi sono state acquistate a suo tempo dai militanti e ai militanti devono tornare.  Per questo motivo abbiamo invitato tutti i tesorieri e i segretari di tutta Italia e vorremo estendere anche a voi l’invito  Martedì 4 novembre dalle ore 18 alle ore 20 circa a Milano, presso EnergoLab, in via Plinio 38,ad un incontro per affrontare insieme questo tema". Tra gli invitati ci sono ovviamente il tesoriere nazionale Francesco Bonifazi e il presidente Matteo Orfini.

@FabioAMassa

Tags:
pdbussolatifondazioni







A2A
A2A
i blog di affari
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo
Green pass, il futuro del nuovo biocapitalismo della sorveglianza
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Obbligo Green pass decisione liberale
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.