A- A+
Milano
Pd e Forza Italia scaldano i muscoli per le elezioni. LE CATTIVERIE DI AFFARI

di Fabio Massa

A poche centinaia di metri il Pd e Forza Italia mostrano i muscoli. Da una parte la coppia Alfieri-Bussolati organizzano un convegno con Lorenzo Guerini e Maria Elena Boschi, dall’altra Mariastella Gelmini chiama a rapporto tutto il partito lombardo per dire che gli azzurri ci sono e non sono morti. Affari c’era. 

CATTIVERIA-1/ All’Auditorium Gaber del Pirellone sono in tanti, tantissimi. La sala è piena. Si stima sulle 600 persone intervenute. La domanda una sola: saranno più o meno di quelle ammassate da Mario Mantovani in un Hotel Marriott traboccante?

IMG 7464
 

CATTIVERIA-2/ All’Auditorium Testori di Palazzo Lombardia si vedono un po’ tutti. Ci sono i consiglieri regionali, ci sono tutti i capibastone del Pd. In prima fila, uno di fianco all’altro, ci sono l’astro nascente Rosato, Franco Mirabelli, Lorenzo Guerini, Eugenio Comincini. In fondo alla sala si intravvede Stefano Boeri, appoggiato alla parete. In terza fila, a destra, Maurizio Baruffi, il capo di gabinetto di Pisapia. Emanuele Fiano arriva quando il tutto è cominciato da pochi minuti, e non trova posto a sedere. Si accomoda sulla destra, sugli scalini. Sorride e ride, rilassato. Le primarie sembrano lontane.

IMG 7451
 

CATTIVERIA-3/ Ma dove è finito Pierfrancesco Majorino? Lui, all’iniziativa, non ci va. Pare avesse un impegno precedentemente preso a Mantova. Intanto oggi tutti mormorano sull’ipotesi candidato unico. Bussolati smentisce deciso: “Le primarie si faranno”. E le primarie sembrano così vicine.

CATTIVERIA-4/ I pullman sono arrivati da Bergamo, patria dell’enfant prodige di Forza Italia Alessandro Sorte, assessore alle Infrastrutture, e da Como, patria di Fermi, uno che si sta mettendo in grande luce. Il nuovo che avanza.

CATTIVERIA-5/ Alessandro Alfieri (Pd) dal palco: “Le primarie non devono essere un modo per cercare la rinvicita sulla fase congressuale”. Tradotto per i comuni mortali: Sinistra Dem non pensi di fare il gioco delle tre carte con Sel e Majorino. 

CATTIVERIA-6/ Alessandro Cattaneo (Forza Italia) dal palco: “La candidatura di Milano sarà azzurra”. Arriva Mario Mantovani, l’assessore alla sanità: alcuni consiglieri regionali scendono dal palco.

CATTIVERIA-7/ Laura Ravetto attacca la Lega Nord. Commento in fondo alla sala: “Senza la Lega come la vinciamo Milano?”. Paolo Romani attacca Salvini e Alfano, qualcuno urla qualcosa in fondo alla sala: “Ci sono i contestatori…”, commenta lui serafico.

CATTIVERIA-8/ Sel non ha ancora deciso se rinunciare al suo candidato. E Roma non ha ancora individuato la strada da seguire su Milano, anche se Maria Elena Boschi conferma che “Milano dovrà decidere da sola”. Una cosa è certa: a giugno si aprono le gabbie. Chi c’è c’è e chi non c’è proverà ad esserci.

CATTIVERIA-9/ “Non siamo qui a parlare di Milano”, premette il coordinatore del convegno del Pd. Poi sale Alfieri sul palco. E qualcuno commenta: “Ecco, allora abbiamo capito: siamo qui per lanciare la candidatura di Alfieri alla Regione Lombardia”.

CATTIVERIA-10/ Se vedi una giacca con le toppe, anche se è di spalle, sai che è Alfieri. Se vedi una giacca originale, anche se è di spalle, sai che è Mirabelli. Se vedi pantaloni a zampa attillati, sai che c’è la Santanché. 

CATTIVERIA-11/ Ma che cosa è successo alla politica? Il Pd organizza un convegno e sono tutti belli seduti ordinati manco fossero pericolosi conservatori. Forza Italia organizza un convegno e sembrano i radicali o i socialisti degli anni che furono, tutti sul palco, con gente che sale e che scende dal palco, nel più pieno stile movimentista. Proprio vero, non ci sono più né destra né sinistra, e neanche le mezze stagioni.

CATTIVERIA-12/ Sapete qual è la sintesi per descrivere lo stato di salute degli esponenti di Agorà, la corrente emergente (fino a qualche mese fa) di Forza Italia? Semplice, bastano due parole: “E’ esplosa”.

CATTIVERIA-13/ Ma pensate davvero che la conta a destra sia finita? Eh no, dopo Mantovani e Gelmini adesso tocca ai fittiani.

CATTIVERIA-14/ Romani attacca: “Siamo divisi e litigiosi. Siamo riconoscibili solo per i litigi. I peggiori di noi vanno in tv solo per dire stupidaggini, dalle intransigenze stile Brunetta alla melassa a cui appartengo”. Replica Brunetta: “Meglio intransigenti con il governo Renzi che inesistenti”. 

CATTIVERIA-15/ "Nel 2016 dobbiamo riconquistare Palazzo Marino con un candidato sindaco che sarà la sintesi della nostra storia". Così Silvio Berlusconi. "Io naturalmente sarò con voi e vinceremo insieme", ha proseguito, rivolgendosi a sostenitori e parlamentari di Forza Italia riuniti al Pirellone. Il commento del disfattista: “La vedo dura, con il Pd al 40 per cento e senza la Lega Nord…” Prove di disillusione,

CATTIVERIA-16/ Pare che sia davvero stufa, Lia Quartapelle. Prima ministro degli Esteri, adesso sindaco di Milano. Tra un po' la candidano Papa. E lei pare si voglia tirare fuori quanto prima dal totonomi sotto la Madonnina...

@FabioAMassa

Tags:
forza italiapdboschiberlusconigelminialfieriguerini







A2A
A2A
i blog di affari
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo
Green pass, il futuro del nuovo biocapitalismo della sorveglianza
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Obbligo Green pass decisione liberale
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.