A- A+
Milano
Per proteggere il Bosco Verticale "arruolate" 1200 coccinelle

Sono 1.250 le coccinelle che sono state liberate questa mattina sulle torri del Bosco verticale, gli edifici progettati dall'architetto Stefano Boeri a Porta Nuova, come mezzo di contrasto ai parassiti e per la biodiversità. "Le torri ospitano oltre 100 specie di piante, e possono essere la casa di molti insetti utili che stiamo monitorando", spiega Laura Gatti, agronomo, che aggiunge: "Faremo un intervento particolare sui tetti, con microhabitat dedicati". Le coccinelle liberate oggi, nome scientifico "Amidala Bipunctata", servono per la lotta agli afidi, insetti che si nutrono della linfa delle piante. Liberare insetti sul bosco verticale "ha anche una valenza scientifica", spiega Gatti, per ottenere dati sul comportamento delle specie a oltre 100 metri d'altezza. Tra qualche settimana sugli edifici saranno rilasciate anche delle farfalle: per il progettista Stefano Boeri "Bosco Verticale conferma di essere un laboratorio vivente per lo studio della biodiversità in ambiente urbano".

Tags:
bosco verticale







A2A
A2A
i blog di affari
Matteo Pittaluga: l'aspetto mentale per diventare Social Media Manager
Dario Ciracì
il project financing collegato al partenariato pubblico privato (seconda parte
Il mercato dei corsi fitness e le prospettive post-pandemia
Elena Vertignano


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.