A- A+
Milano
Pinocchio/ Pagare gli ospedali a rendimento

ASCOLTA LA RUBRICA "PINOCCHIO" OGNI GIORNO SU RADIO LOMBARDIA (100.3), IN ONDA ALLE 19.15 DURANTE IL PROGRAMMA DI APPROFONDIMENTO "PANE AL PANE" E IN REPLICA IL GIORNO DOPO ALLE 6.45

C'era una volta un Paese nel quale almeno per i morti c'era un po' di rispetto. Invece, in Lombardia, nella civilissima Lombardia, pare che questo rispetto sia passato purtroppo definitivamente in secondo piano. La vicenda è quella del San Gerardo di Monza. Un grande ospedale, dai servizi efficienti. Il problema, come al solito, è il bilancio. All'interno infatti del San Gerardo opera la fondazione "Mamme e Bambino", dal 2005. La direzione ospedaliera, vista la carenza di fondi, ha fatto delle modifiche nella nuova convenzione con la Fondazione. Per esempio, ha deciso che la Fondazione dovrà costruirsi un'area nella quale poter "gestire i decessi". In pratica, una propria camera mortuaria, visto che non potrà più utilizzare la camera mortuaria dell'ospedale. Un messaggio devastante, oltre che letale dal punto di vista economico, per una Fondazione che si occupa principalmente di leucemia infantile. Eppure, per una storia negativa c'è anche una storia positiva che si può raccontare. Lo Ieo di Veronesi, infatti, ha lanciato alla Regione un guanto di sfida davvero interessante. L'ospedale vorrebbe essere pagato in base ai pazienti salvati. Come dire: non conta quante siringhe, quante medicine, quante terapie facciamo. Conta quante vite salviamo. Grande messaggio e grande guanto di sfida. Chissà se la Regione di Maroni lo raccoglierà. Anche perché c'è pure qualche maligno che ipotizza: se si applicasse il metodo Ieo quanti ospedali sarebbero costretti a chiudere per bancarotta? E questa volta, è il caso di dirlo, chi "vivrà vedrà".

Tags:
pinocchiosindacomilano







A2A
A2A
i blog di affari
Due ori italiani a Tokyo 2020, ma “ex aequo” Tamberi (un po’) stonato
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Cassazione, trasferimenti immobiliari e crisi coniugali: la sentenza
Green pass, serve a poco se col vaccino posso comunque contagiare
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.