A- A+
Milano
Pinocchio/A Roma tagliano e nei Comuni i sindaci si tengono gli insulti

ASCOLTA LA RUBRICA "PINOCCHIO" OGNI GIORNO SU RADIO LOMBARDIA (100.3), IN ONDA ALLE 19.15 DURANTE IL PROGRAMMA DI APPROFONDIMENTO "PANE AL PANE" E IN REPLICA IL GIORNO DOPO ALLE 6.45

C’era una volta un Paese nel quale esistevano delle cose fisse e immutabili. Il sole che gira intorno alla Terra, le polemiche sugli Ambrogini, le polemiche sugli sgomberi dei rom, le polemiche su Area C e - ovviamente - le rivolte dei sindaci contro il governo di Roma. Una costante. Quando c’era Berlusconi i Comuni erano quasi tutti di sinistra. E quindi si diceva che era per una ragione ideologica che protestavano. Poi è arrivato Monti, che era un professorone delle banche con dei ministri frignoni come la Fornero, che però di Comuni e comunelli e bilanci e consigli comunali nulla sapevano. E quindi, i tecnici non potevano conoscere le difficoltà dei comuni. Poi è arrivato Enrico Letta, che era sì di sinistra, ma che non poteva sapere come si amministra una città. E alla fine è arrivato Renzi. Che faceva il sindaco, che faceva l’amministratore, che faceva il presidente della Provincia. E infatti prima ha tagliato le Province, e poi ha deciso di effettuare nuovi tagli ai comuni. Se non si conoscesse lo stato dei conti comunali, si potrebbe dire che l’ha quasi fatto apposta. In effetti però, come denuncia il sindaco di Monza, Roberto Scanagatti, da lungo tempo, il problema non è che il governo non sa come si amministra. Semplicemente decide che tagliare ai comuni è più semplice che tagliare i ministeri. I cittadini? Echissenefrega. Tanto è il sindaco che si becca i rimbrotti per strada.

Tags:
pinocchiomatteo renzitagli







A2A
A2A
i blog di affari
Oggetto sociale srl: più è ampio, meno paghi
Gianluca Massini Rosati
L’intelligence come tutela della democrazia del Paese
Daniele Salvaggio, Imprese di Talento
Solidarietà ai bielorussi contro Lukashenko, ultimo dittatore d’Europa
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.