A- A+
Milano
Pisapia non si ricandida? Ecco che fine fanno i suoi assessori. Inside

di Fabio Massa

Lo danno per scontato un po’ tutti. Quantomeno tra le fila del Pd: Pisapia non si ricandiderà. E non aspetterà l’Expo per fare la sua scelta, ma l’annuncio potrebbe arrivare già dopo l’elezione del capo dello Stato. Questa è la voce che gira da un po’, ed è quanto crede il centrosinistra milanese. Ma che cosa potrebbe succedere se davvero Pisapia decidesse di non correre una seconda volta? Che fine farebbero i suoi assessori?

Secondo quanto può riferire Affaritaliani.it Franco D’Alfonso avrebbe già convocato i suoi, radunato le sue truppe arancioni, per stringere ancor di più le fila in accordo con il patto civico di Castellano&Ambrosoli. In particolare con l’ex assessore alla Casa. Ada Lucia De Cesaris, invece, pare sia combattuta tra la voglia di prendere la tessera del Pd e i rischi che questo comporta. Secondo i rumors di Palazzo, infatti, la De Cesaris sarebbe in gelo quasi totale con Giuliano Pisapia. Lei, factotum del sindaco, incaricata di gestire le vicende più spinose, si sarebbe - secondo i maligni - sempre più radicalizzata nelle sue posizioni. L’ultimo argomento di scontro tra i due sarebbe l’argomento Daniela Benelli. L’assessore al Decentramento che difendeva il suo privilegio, secondo la De Cesaris, avrebbe meritato una punizione mentre è Pisapia l’ha graziata e perdonata. Davanti alla De Cesaris ci sono solo due scelte: cercare la candidatura a sindaco come scelta di Giuliano, cosa che pare poco probabile, oppure entrare nel Pd e cercare la propria strada. Anche se i militanti non scordano la scena alla Festa dell’Unità di due anni fa. Per quanto riguarda Sel, non pare ci sia molto futuro per Daniela Benelli, il cui “affaire” avrebbe fatto molto irritare non solo Pisapia, e non solo Nichi Vendola, ma anche e soprattutto tutto l’organismo dirigente, che con lei non è mai riuscito a stringere alcun tipo di rapporto. Se la gioca invece Cristina Tajani, che non ha demeritato a livello amministrativo e ha scelto sempre un low profile a livello politico. Difficile, in caso di non rielezione, la riconferma di Chiara Bisconti. Anche in questo caso, mancherebbero gli appoggi politici, senza Pisapia (e Cinzia Sasso). Poi c’è Francesco Cappelli, per il quale vale il discorso della Bisconti. Infine, la pattuglia Pd, che non può che essere rafforzata da un’eventuale corsa senza Pisapia. Non è un mistero che tutti parlino della voglia di Pierfrancesco Majorino di correre alle Primarie. Granelli è esponente della parte cattolica dei dem, quindi pare molto forte. Carmela Rozza ha affrontato benissimo i temi del suo assessorato e il rapporto con la segreteria democratica si sta stringendo rafforzando ogni giorno di più. Filippo Del Corno è rappresentante dell’area più a sinistra del Pd, unico in giunta. Last but not the least Pierfrancesco Maran. Il suo assessorato ha varato le iniziative più controverse ma anche più rappresentative dell’amministrazione cittadina. Inoltre è al vertice della catena di comando democratica in città. Sempre in regime di understatement, sta operando a tutto campo sia a livello amministrativo che politico (la vittoria a 02Pd lo dimostra). La domanda, per lui, è una sola: che cosa vorrà fare da grande?

@FabioAMassa 

Tags:
pisapiaassessorielezioni







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, il futuro del nuovo biocapitalismo della sorveglianza
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Obbligo Green pass decisione liberale
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Ascolti tv, ciclone Cavallaro al Tg4; bene Uno Mattina Estate e Siria Magri...
Di Klaus Davi


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.