A- A+
Milano
Poveri automobilisti lombardi: sono i più stangati. Lo studio

Ancora non è definitivo quello che sarà il contenuto della Riforma che, tra meno di un mese, dovrebbe modificare il settore RC auto in Italia, ma questo 2015 ha già portato cattive notizie per i cittadini della Lombardia. Nella regione, quasi il 5% (4,91%) degli automobilisti che si presenteranno all’appuntamento con il rinnovo della polizza subiranno dei rincari a causa di un peggioramento della classe di merito. In numeri, parliamo di 290.000 cittadini lombardi. Questo è quanto emerso dallo studio del comparatore di polizze RC auto Facile.it (http://www.facile.it/assicurazioni.html) che ha evidenziato come la Lombardia sia tra le prime cinque regioni italiane per la percentuale di denunce di sinistri con colpa presentati alle compagnie di assicurazione.

Le donne, come accade nel resto d’Italia, risultano anche in Lombardia quelle che ricorrono maggiormente all’intervento delle compagnie assicurative: nel loro caso la percentuale di chi cambierà, in peggio, la classe di merito sale al 5,78%, contro il 4,43% degli uomini. Tra i lombardi che hanno chiesto preventivi al portale, gli appartenenti alle forze dell’ordine risultano essere quelli più prudenti e tra loro soltanto il 2,91% peggiorerà la propria condizione di bonus malus. Quella degli insegnanti è la categoria che risulta essere meno prudente e che causa sinistri con colpa in percentuale maggiore: in questo caso sarà il 5,80% a scendere di classe e subire rincari.
A livello provinciale sono emerse alcune differenze. In termini di attenzione alla guida sono Lodi e Mantova le province che battono tutte le altre: qui peggioreranno la classe di merito, rispettivamente, appena il 3,38% e il 3,68% degli automobilisti. Tutte le altre province lombarde hanno valori che oscillano tra il 4% e il 5%, mentre è nella provincia di Monza-Brianza che si sono registrate le performance peggiori degli assicurati: qui scenderà di classe, con premi quindi più elevati, il 5,75% degli automobilisti. Hanno superato la soglia del 5% anche le province di Milano (5,22%) e di Como (5,15%).

Se sul fronte del cambio di classe le notizie per chi guida in Lombardia non sono proprio rosee, per quello che riguarda i premi per assicurare le automobili nella regione la situazione è positiva: dallo studio del comparatore di polizze RC auto emerge che il premio medio pagato in Lombardia (458,11 euro) è più basso della media nazionale (601,49); inoltre, nell’ultimo anno, i premi della regione hanno subito un calo del 14,40%.  
La diminuzione annuale dei premi riguarda a livello generale tutte le province lombarde, anche se tra loro si sono riscontrate alcune variazioni. Il calo più evidente del costo delle polizze è stato quello di Sondrio (-30,37%) che si conferma così la provincia più economica della Lombardia per chi vuole assicurare un’automobile, con un premio medio pari a 391,30 euro. Nel resto della regione il costo medio delle polizze rimane inferiore ai 500 euro, con il picco massimo dei costi registrato (a dicembre 2014) nella provincia di Pavia (490,90 euro).

Tags:
studioautomobilistifacile.it







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, a cosa serve realmente la tessera verde?
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.