A- A+
Milano
Profughi nelle strutture per anziani: la Regione taglia i fondi

La Regione Lombardia tagliera' i finanziamenti a chi ospita immigrati nelle strutture destinate agli anziani. A renderlo noto e' l'assessore lombardo alla Sicurezza e protezione civile, Simona Bordonali (Lega), rispondendo a un'interrogazione in Consiglio regionale. L'assessore ha sottolineato: "L'avevamo dichiarato e proseguiamo su questa strada. Chi utilizza in modo improprio le strutture della Regione Lombardia o da noi finanziate si vedra' tagliare i contributi e sara' penalizzato nei bandi. E' successo ad albergatori, gestori di ostelli, di parchi regionali e ora agiremo nello stesso modo anche nei confronti delle fondazioni, come la Annibale Maggi di Seniga (Brescia), che intendono ospitare immigrati negli alloggi realizzati per gli anziani.

"Come ha ricordato oggi l'assessore all'Economia Massimo Garavaglia - ha continuato Bordonali -, lo Stato italiano deve restituire alla Regione Lombardia oltre 150 milioni di euro per prestazioni sanitarie effettuate nei confronti dei richiedenti asilo. Nel frattempo, dunque, utilizzeremo l e risorse che abbiamo per aiutare i Lombardi in difficoltà e non di certo coloro che intendono speculare economicamente sul problema sociale dell'immigrazione".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
profughisimona bordonali






A2A
A2A
i blog di affari
Parte dal Webinar la difesa dei contribuenti
SERVONO EUROPROGETTISTI, BANDI NEL DIGITALE E PER PROGETTI ECOSOSTENIBILI
Boschiero Cinzia
Green Pass, le manifestazioni pacifiche possono far cedere il regime sanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.