A- A+
Milano

I carabinieri del Comando Provinciale di Milano stanno eseguendo tre misure cautelari in carcere emesse dal Tribunale di Milano nei confronti di tre italiani accusati di essere responsabili a vario titolo di molteplici rapine a mano armata consumate in Milano e nell'hinterland. L'operazione, condotta dalla Compagnia carabinieri di Desio, rientra in un piu' ampio quadro di contrasto al fenomeno delle rapine in strada che nei giorni scorsi ha portato all'arresto di altri 12 autori, per lo piu' nord-africani.

Gli arestati agivano a mano armata per farsi consegnare dalle vittime denaro, borse e cellulari. Nel contesto dell'operazione sono state inoltre scoperte altre sette rapine consumate nei comuni dell'hinterland milanese di Desio e Lissone da un nord-africano sottoposto a fermo d'indiziato di delitto nella nottata. Il malvivente, dopo aver scelto accuratamente le proprie vittime, tutte donne sole e a piedi che percorrevano le vie che portavano alle locali stazioni ferroviarie, in sella a una bicicletta e armato di pistola si faceva consegnare borse e telefoni cellulari.

Tags:
milanorapinatoripolizia







A2A
A2A
i blog di affari
Green Pass, prove generali della società del controllo biopolitico totalitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo
Green pass, il futuro del nuovo biocapitalismo della sorveglianza
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.