A- A+
Milano
Confidi di "secondo livello", credito più facile per le microimprese lombarde

Prosegue il processo di riorganizzazione del Sistema lombardo della garanzia, con l'obiettivo di favorire l'accesso al credito per le Micro, piccole e medie imprese, in attuazione di quanto previsto dalla legge 11 'Impresa Lombardia'. Un primo intervento, nei mesi scorsi, ha visto la razionalizzazione e ottimizzazione dei Confidi di 'primo livello' - soggetti che rilasciano garanzie collettive a fronte di finanziamenti erogati a favore delle imprese associate - attraverso un percorso di aggregazione che consentisse di avere meno Confidi ma più solidi, oltre a generare elevate economie di scala. La Regione Lombardia promuove ora un'azione di strutturazione del Confidi di 'secondo livello', ossia l'organismo formato dai Confidi di 'primo livello', che ha come suo scopo primario fornire una ulteriore garanzia per le attività dei Confidi di 'primo livello'. A questo scopo l'assessore alle Attività produttive, Mario Melazzini, ha firmato un protocollo d'intesa con il presidente di Finlombarda, Ignazio Parrinello, e il presidente di Federfidi Lombarda, Gino Soana, che prevede appunto la 'Strutturazione del secondo livello della garanzia in Lombardia nell'interesse delle micro, piccole e medie imprese lombarde'.

Tags:
lombardiaconfidiaccesso creditomicroimprese







A2A
A2A
i blog di affari
Matteo Pittaluga: l'aspetto mentale per diventare Social Media Manager
Dario Ciracì
il project financing collegato al partenariato pubblico privato (seconda parte
Il mercato dei corsi fitness e le prospettive post-pandemia
Elena Vertignano


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.