A- A+
Milano
L'azienda che trasforma vecchie tv in piastrelle
Bibiana Ferrari ceo Relight

E' un vero caso di azienda lombarda lungimirante e di successo, quello della Relight, azienda fondata nel 1999 e con sede a Rho. Un'impresa che si occupa di smaltimento e riciclo di apparecchiature elettriche ed elettroniche e che è che cresciuta molto negli anni. Basta pensare che quando ha avviato l’attività, l’azienda si estendeva su mille metri quadrati, mentre oggi ne occupa 11mila. Impiega 70 persone, con uno staff amministrativo composto prevalentemente da donne, e vanta un fatturato annuo è pari a 8 milioni di euro. La società, insieme ad un gruppo di aziende italiane, ha trovato il modo per fare business recuperando gli schermi dei vecchi televisori a tubo catodico per trasformarli, ad esempio, in piastrelle di ceramica.


L’attività rientra nel progetto “Glassplus”, che ha ricevuto finanziamenti dall’Unione Europea, nell’ambito del piano denominato Eco-Innovation.E 2.500 tonnellate di vecchi televisori hanno trovato così una "seconda vita". I segreti del successo? Per la ceo Bibiana Ferrari sono tre: "Attenzione allo sviluppo, energia da spendere nel salvaguardare l'ambiente, saper coniugare le frazioni di risulta con le necessità dell'industria".

Tags:
relightriciclobibiana ferrari







A2A
A2A
i blog di affari
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli
Alkemia sigla contratto triennale con l’India per materie prime


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.