A- A+
Milano
giuseppe rotelli

Nessun colpo di scena nelle ultime volontà di Giuseppe Rotelli. Gli eredi universali designati dal re della sanità sono i figli Paolo, Marco e Giulia, tutti in parti uguali tra loro. La moglie Gilda Maria Cristina Gastaldi riceve in usufrutto vitalizio gli immobili di famiglia (a Milano, Venezia, sul lago di Garda e in Costa Azzurra) e una collezione privata di quadri e dipinti.
 
E' questo in sintesi il contenuto del testamento che l'imprenditore lombardo, scomparso lo scorso 28 giugno, ha redatto il 25 febbraio 2013 e che Il Sole 24 Ore Radiocor ha potuto visionare. Nel testamento, Rotelli fa riferimento a un atto di donazione, effettuato il 22 febbraio, con cui ha trasmesso ai figli il 50% di Papiniano, la holding che è a capo della filiera delle cliniche, tra cui il San Raffaele e il Policlinico San Donato. Sempre secondo le indiscrezioni del Sole un altro 24,5% di Papiniano e' stato donato in usufrutto vitalizio alla moglie (in nuda proprieta' ai figli) mentre il rimanente 25,5% e' restato ad Armonia, cassaforte di famiglia posseduta al 99% dai figli.

Sempre a Paolo, Marco e Giulia e sempre in parti uguali, Rotelli lascia il 53% di Eurocotec, la holding che controlla Pandette e a sua volta il 3,37% di Rcs e la sua quota dello 0,5% in Armonia. Alla moglie Gilda, va invece l'usufrutto vitalizio su diverse abitazioni a partire da quella di Venezia, vicina al Canal Grande, per arrivare alle ville Tamanini di Gargnano (sul lago di Garda) e 'La Mouginette' di Mougins, sulla Costa Azzurra, fino alla storica residenza di famiglia di Milano, in piazza Turr. A Gilda Gastaldi va anche l'usufrutto vitalizio sulla collezione privata di quadri e dipinti di Rotelli, individuati nella polizza 'Fine Art' stipulata il 31 maggio 2012 con Lloyd's.
 

Tags:
rotellisanitàeredità







A2A
A2A
i blog di affari
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo
Green pass, il futuro del nuovo biocapitalismo della sorveglianza
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Obbligo Green pass decisione liberale
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.