A- A+
Milano

Si e' concluso con una condanna a cinque anni di reclusione per l'imprenditore Pierino Zammarchi e tre assoluzioni il processo sul dissesto finanziario del San Raffaele. Le assoluzioni 'per non avere commesso il fatto' sono state pronunciate per Gianluca Zammarchi, figlio di Pierino, Fernando Lora e Carlo Freschi. Per tutti le accuse erano di associazione a delinquere e bancarotta fraudolenta.

Pierino Zammarchi e' stato inoltre condannato al pagamento di una provvisionale complessiva di 700 mila euro per i danni patrimoniali e non patrimoniali alla Fondazione San Raffaele in concordato preventivo e ai commissari giudiziari, oltre che all'interdizione per cinque anni dai pubblici uffici e a dieci dagli esercizi commerciali. I pubblici ministeri, Luigi Orsi e Gaetano Ruta, avevano chiesto la condanna per tutti e quattro gli imputati fino a quattro anni e nove mesi di carcere sostenendo che tra i fornitori e i vertici del San Raffaele si fosse creato "un sodalizio criminale".

Tags:
san raffaele






A2A
A2A
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.