A- A+
Milano
Salone del mobile al via: "Siamo campioni del mondo". Renzi: "Basta piangersi addosso"
salone del mobile 2015

Taglio del nastro nella mattinata di martedì al Salone del mobile, alla Fiera di Rho, Milano. All'inaugurazione, alle 10, hanno partecipato il vice ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, il governatore lombardo, Roberto Maroni, e il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia. In questo settore, ha rivendicato Calenda, siamo "campioni del mondo". Il vice ministro ha ricordato che il governo ha stanziato "sette milioni di euro, due volte e mezzo rispetto all'anno scorso" per il fondo di sostenere il made in Italy e le fiere italiane. "Il Salone del mobile di Milano è una vera eccellenza europea e mondiale, che capita al momento giusto, prima di Expo - ha affermato Maroni -, è cosi' anticipa in qualche modo quella 'vetrina' che sarà l'esposizione universale". "La Lombardia - ha aggiunto governatore - è protagonista, non solo perchè ospita la manifestazione, ma perchè il nostro territorio vanta molte eccellenze in questo settore. La Regione ha dato e continua a dare un forte sostegno in termini di risorse (al sistema fieristico, alla scuola del legno, ad esempio) ma anche a progetti di valorizzazione dei giovani talenti, come il piano di valorizzazione".

06Salone del Mobile 2015Guarda la gallery

"PRIMI ANCHE CON EXPO" - "Questi saloni sono una realtà consolidata che ci dà l'esperienza per Expo - ha detto, dal canto suo Pisapia -. Ho visto tantissime persone, mi dicono che sarà un salone ancora più innovativo e più bello ma soprattutto già ieri ho visto una città piena di eventi e di allegria. Comunque se siamo primi al mondo coi saloni Milano sarà prima al mondo anche con Expo. Del resto ha superato New York nel numero dei consoli presenti in città. Questo dimostra che è sicuramente una delle città più internazionali a livello mondiale".

LE PAROLE DI RENZI - "Smettiamo di piangerci addosso, non si fa tutto dalla mattina alla sera". Cosi' Matteo Renzi al Salone del mobile, dove è giunto nel pomeriggio. "L'Italia ha un sacco di problemi, ma se li affrontiamo insieme ce la facciamo. L'Italia "e' in condizione di essere uno dei Paesi che cresce piu' degli altri", ha continuato il premier. "Quelli che vogliono lamentarsi, si lamentino. Noi salveremo l'Italia anche per loro. C'e' un sacco di gente che fa la 'Ola' quando le cose non vanno bene" per esempio i 'commentatori'. E' giusto che ci sia, siamo in democrazia",  ma "la cosa che mi fa arrabbiare e' quando la gente ce l'ha con l'Italia". "Loro sono i cervelli all'estero", ha aggiunto riferendosi a chi critica da lontano, "noi i pancreas rimasti in Italia".

SALONE E FUORI SALONE - Dal 14 al 19 aprile Milano accoglierà oltre 300mila visitatori provenienti da più di 169 Paesi: in Fiera Rho 2mila espositori e 700 giovani designer occupano uno spazio di 200mila metri quadri. Nel weekend di sabato e domenica il Salone è aperto al pubblico (ingresso 30 euro, 23 il biglietto online, 22 per gli studenti), con una esposizione articolata attorno a tre nuclei centrali: il Salone del Mobile vero e proprio, quello del Complemento d'arredo ed il Salone satellite. Oltre a due biennali, Euroluce e Workplace 3.0, dedicata al mondo dell'ufficio. Articolato in tre sezioni anche il nucleo centrale, quello del Mobile: classico, moderno e design. Parallelamente, attorno ai tre grandi poli di via Tortona, asse del Design week festival, Brera e Lambrate, la settimana sarà animata da quasi 2mila eventi del Fuori salone. La mappa cittadina delle iniziative, divisa in quindici percorsi, è visitabile sul sito www.fuorisalone.it.

Tags:
matteo renzisalone del mobile 2015inaugurazioneroberto maronigiuliano pisapiacarlo calenda







A2A
A2A
i blog di affari
Luoghi dell’anima: le “piccole case” di Bruno Messina
di Mariangela Turchiarulo
FSBA: ANNULLATE LE SENTENZE DEL TAR DEL LAZIO
Green pass, non l’avete capito? Non serve a controllare il virus, ma voi
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.