A- A+
Milano

Tensioni tra la polizia e i lavoratori del San Raffaele che hanno di nuovo occupato l'accettazione dell'ospedale milanese per protestare contro i licenziamenti decisi dall'azienda. Stando a quanto riferisce una nota dell'Unione sindacale di base, una lavoratrice ha sbattuto la testa durante il confronto con gli agenti ed e' stata ricoverata al pronto soccorso. "Come gia' avvenuto nei giorni scorsi, dopo un'infuocata assemblea i dipendenti sono partiti in corteo", si legge. "Sono seguiti momenti di tensione quando la polizia ha cercato, schierandosi con gli scudi, di impedire l'accesso dei dipendenti, non riuscendo pero' ad evitare che i lavoratori entrassero nell'accettazione".

"Durante il confronto - prosegue la nota - una lavoratrice e' stata scagliata in terra, colpendo la testa sul selciato. La donna e' attualmente ricoverata al pronto soccorso del nosocomio milanese". "La vertenza del San Raffaele si fa quindi piu' dura - commenta l'Usb -. Per l'8 maggio e' stato proclamato lo sciopero generale regionale della sanita' pubblica e privata, indetto da tutto il sindacalismo di base, per il ritiro dei licenziamenti al San Raffaele, contro le politiche sanitarie regionali e nazionali, la decurtazione di salari e diritti, per lo sblocco dei contratti, contro la spending review e la chiusura delle strutture sanitarie".

Tags:
san raffaeleaccettazioneoccupata






A2A
A2A
i blog di affari
Bipolarismo, ecco quando necessario usare il TSO
di Francesca Albi*
Olio extravergine d’oliva: benefici e caratteristiche
Anna Capuano
Décolleté con tacco alto o con zeppa: quale funzionerà per gli outfit di tutti
Anna Capuano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.